20/09/2019 | 1012 articoli | 1055 commenti | 512 utenti iscritti | 2609 immagini | 13980839
login | registrati

Ultima iscrizione, Michela V.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Settembre 2019
L M M G V S D
1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
30

- - - - - - -

Articolo inserito da Andrea Gorini in data 23/04/2007
Storia
letto 14702 volte in 12 anni 5 mesi e 3 giorni (3,24)
Ai caduti di tutte le guerre

Il monumento ai caduti di tutte le guerre.

Un tempo, attorno al monumento vi era solamente ghiaia, ora è tutto asfaltato.

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Roberto Brunelli in data 20/11/2007 21:06:49
Dal sito :

www.grandeguerra.com

Una foto per il Monumento:

partecipate alla raccolta delle foto dei Monumenti ai Caduti.
Vi chiediamo di fotografare il monumento della vostra località di residenza e di inviarcelo, o via rete, o preferibilmente per posta ordinaria. Le foto saranno ordinate in un'apposita sezione del sito.

Inviare a :

collabora@grandeguerra.com



Commento inserito da Andrea Gorini in data 01/04/2014 17:00:17

Monumento di Roberto De Cupis, dedicato ai Caduti di tutte le guerre, 

Originario di Roma De Cupis conseguì il diploma di licenza in Architettura presso l’Accademia di Belle Arti di Parma nel 1922. L’anno seguente si trasferì a Forlì, dove aprì il suo primo studio. Allievo dell’architetto Giuseppe Mancini, si perfezionò in architettura e scultura attraverso l’apporto dello stimolante magistero di Wildt, De Carolis, Strobel, Marzaroli. Tra le sue opere più significative si deve ricordare la trasformazione del palazzo delle Cooperative Forlivesi, poi Circolo Mazzini, dove eseguì anche il busto di Giuseppe Mazzini (1923-25). Particolarmente interessante è il suo progetto per la sistemazione interna del palazzo Monti (1926-28). Collaborò inoltre alla realizzazione delle opere scultoree della nuova stazione (1929) e realizzò la decorazione a stucco neobarocca dello scalone del palazzo Orsi Mangelli (1930-33). Insieme a uno stuolo di altri artefici diede forma all’assetto decorativo del Palazzo delle Poste, impegnandosi soprattutto nella creazione di un busto del duce. Particolarmente complesso fu il suo apporto nel cantiere della Casa Del Mutilato. Eseguì inoltre un monumento votivo a San Varano (1926-28), il restauro e la traslazione (dal cortile interno del Palazzo della Missione alla piazza antistante) del monumento a G. B. Morgagni (1929), nonché numerosi monumenti funebri collocati nei cimiteri di Forlì e di Forlimpopoli per le famiglie Orsi Mangelli, Milandri, Petrucci, Rivalta, Manzoni, Casadei, Hercolani, solo per citarne alcuni). Negli anni Trenta creò il monumento funerario per la famiglia Gentile nel cimitero monumentale di Milano. A lui si deve anche la progettazione di numerose ville presenti nel territorio di Forlì, nella riviera adriatica e a Roma (villa Romiti), nonché la realizzazione del palazzo De Cupis, di cui era proprietario. Nel 1965 ideò il monumento ai caduti di tutte le guerre a San Martino in Strada presso Forlì e nel 1970 un bassorilievo bronzeo in memoria del prof. Mario Loreti per il palazzo dell’AVIS di Forlì




Commento inserito da Daniela Cortesi in data 08/04/2014 09:36:22
La foto gli rende merito. Penso quanto possa raccontare quel grande libro e quell'altare. Il mantenimento dell'opera è compito è dei cittadini.


Commento inserito da Claudio Marabini in data 17/08/2014 14:44:31

fu costruito grazie ad una sottoscrizione pubblica promossa dal comitato di quartiere i cui membri passarono a chiedere ffinanziamenti in tutte le case di S. Martino in Strada




Commento inserito da Daniela Cortesi in data 09/12/2014 16:08:42

 

Presso la Mostra su Roberto de Cupis al Palazzo del Monte di Pietà (6 dicembre 2014 -11 gennaio 2015) foto del Monumento ai caduti di tutte le guerre di san Martino in Strada

Clicca per ingrandire




commenta questo articolo
Articoli con il medesimo argomento
inserito da Gabriele Zelli in data 26/06/2007 7 commenti "Info S.Martino in Strada"
letto 10267 volte
leggi articolo Durante la cerimonia di scoprimento dell’opera “E poi…” di Glauco Fiorini che si è tenuta sabato 2 giugno 2007 nel Piazzale della Pieve di San Martino in Strada è stato ricordato che sullo stesso luogo è presente il monumento ai Caduti di Tutte le Guer...

inserito da Roberto Brunelli in data 04/09/2007 4 commenti "Il paese"
letto 10623 volte
leggi articoloRara cartolina gentilmente offerta dal Tabacchi VENTURI di Dea & Roberto di San Martino in Strada ( FO ) ...

inserito da Gilberto Giorgetti in data 26/10/2007 "Il paese"
letto 8098 volte
leggi articoloS. Martino in Strada omaggia i suoi Caduti ...

PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su