17/07/2019 | 1010 articoli | 1052 commenti | 512 utenti iscritti | 2605 immagini | 13683781
login | registrati

Ultima iscrizione, Michela V.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Luglio 2019
L M M G V S D
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Andrea Gorini in data 25/01/2014
Personaggi
letto 7794 volte in 5 anni 5 mesi e 24 giorni (3,9)
PRIMO ZANZANI IL” MAGO DELLE MOTO”

Sanmartinese purosangue, nato il 16 gennaio del 1923 in via f.lli Cangini a San Martino in Strada, ha iniziato la sua attività in campo motociclistico nel primo dopoguerra, cimentandosi anche come corridore con moto ricavate da residui bellici e da lui elaborate.Nel 1954 vince il Motogiro mella classe 100 con una Laverda, marchio di cui era concessionario a Forlì. La sua vera  passione era l’elaborazione di moto da corsa, ed in questo eccelse subito rendendo quelle da lui preparate più competitive delle ufficiali.
Verso la fine degli anni 50 si trasferì a Pesaro per dirigere il reparto corse della Benelli-MotoBi, ebbe così inizio una escalation di successi che lo collocarono nella ristretta cerchia dei tecnici più stimati e vincenti dell’intero universo motociclistico. Le moto preparate dal “mago Zanzani” (così Primo è noto nell’ambiente delle corse) hanno ottenuto successi in tutte le piste, e oltre 1800 sono state le vittorie ottenute. Ancora oggi,nonostante qualche acciacco derivante dall’età, non è raro vederlo impegnato,nell’azienda meccanica ad alta specializzazione gestita coi famigliari, nella costruzione di qualche esemplare per soddisfare alcune delle tante richiesta che gli provengono da tutto il mondo.

 

Cliccato 11704 volte
Clicca per vedere il video

Cliccato 11704 volte

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Genunzio Silvagni in data 31/01/2014 15:46:21

Bellissimo articolo su Primo Zanzani, l’artefice dei miei successi in campo motociclistico.

Il mio incontro magico con Primo, avvenne nel 1954, anno in cui raggiunti i diciotto anni che servivano per essere ammessi alle corse, avendo disputato con alterna fortuna un paio di gare con una Morini Settebello messami a disposizione dal sig. Romolo Paci,mi trovai appiedato in quanto la stessa venne affidata giustamente a Mario Preta più esperto e veloce di me.

Primo capì il mio dramma, e credendo in me, mi propose di correre con una Laverda 75 che aveva in officina, dicendomi chiaramente che la stessa non era competitiva, ma sarebbe stata utile per fare esperienza. Iniziò cosi la nostra “avventura” pochi mezzi e tanta passione, soprattutto le grandi capacità di Primo che in breve tempo,  trasformarono radicalmente la moto rendendola  nettamente più veloce di quelle ufficiali, ma rimaneva un certo gap nei riguardi della concorrenza. Arrivarono i primi successi  grazie ai quali fui ingaggiato dalla  Laverda come pilota collaudatore con tutti i benefici che ne derivavano a livello personale, ma non risolvevano il problema nei confronti degli avversari. Per tentare di porvi rimedio, Primo fu chiamato dalla Laverda( della quale era concessionario per Forlì)  a collaborare e nei 15 giorni che rimase in fabbrica, con tutti i mezzi che si trovò disposizione, mise in essere tutte le sue capacità che resero la moto e il sottoscritto imbattibili per un paio di stagioni.

Nel 1959, dopo un anno poco felice alla M.V. Primo mi chiamò a Pesaro dove si era trasferito con la famiglia e dirigeva il reparto corse della MotoBi, così  per un paio di anni riprendemmo la nostra collaborazione con ottimi risultati.

Nel 1961 lasciai definitivamente il mondo delle corse, mentre il mio maestro iniziò una cavalcata straordinaria, trasformando per la casa prima e  in proprio poi, quella moto di serie che aveva trovato all’arrivo in dei bolidi sempre più veloci e sofisticati che lo hanno reso famoso in tutto il mondo. In tutto questo è sempre stato supportato dalla moglie Tiziana e dai  figli, oggi affermati tecnici nelle lavorazioni meccaniche di precisione. Qualche volta vado a fargli visita,ma soprattutto gli telefono, trovandolo raramente a casa e quasi sempre in officina dove, nonostante qualche acciacco, è impegnato nella continua ricerca di innovazione da apportare alle sue “creature”.




Commento inserito da Andrea Gorini in data 11/10/2014 17:45:43

 

Primo Zanzani con il n 139 accanto al direttore Antonio Noli, durante il motogiro 1954 vinto da Zanzani con Laverda 100cc




Commento inserito da Andrea Gorini in data 11/10/2014 17:49:51

Sempre Primo Zanzani all'arrivo di una tappa del Motogiro 1954 da lui vinto con Laverda 100cc




Commento inserito da Andrea Gorini in data 17/10/2014 17:04:01

G. Morbidelli e Primo Zanzani.




Commento inserito da Andrea Gorini in data 17/10/2014 17:05:44

Primo Zanzani e i suoi "Bambini"




Commento inserito da Genunzio Silvagni in data 09/11/2014 18:47:09

La bottega di Primo Zanzani in via Ugo Bassi a Forlì, la foto è stata scattata nel 1957 dopo il rientro a Forlì da un Motogiro, 

 




Commento inserito da Genunzio Silvagni in data 31/03/2015 11:02:38

Foto del 1953. Una delle ultime gare di Primo Zanzani, diventato poi il mago nella preparazione. Con questa stessa moto ho iniziato a correre nel 54.

Ancora grazie, Primo.

 




Commento inserito da Andrea Gorini in data 06/02/2017 09:00:43

A 93 anni, ci lascia Primo Zanzani IL MAGO DELLE MOTO

Clicca per ingrandire




Commento inserito da Andrea Gorini in data 28/02/2017 12:57:20

Motociclismo, marzo 2017

"Primo Zanzani, addio al mago delle MotoBi"




commenta questo articolo
Articoli con il medesimo argomento
inserito da Andrea Gorini in data 10/05/2007 20 commenti "Motociclismo"
letto 29848 volte
leggi articolo Genunzio Silvagni, è nato a Fiumana di Predappio il 14 dicembre 1935. Iniziò a correre nel 1952 su Gilera 150cc, in gare di regolarità e gimcana. Nel 1954 debuttò nella velocità con un Morini Settebello 175 cc. In seguito fu richiesto dalla Laverd...

inserito da Andrea Gorini in data 18/12/2013 1 commento "Storia"
letto 7360 volte
leggi articolo Foto di fine anni 50. Ruote veloci Forlivesi. Ospiti nel capanno di caccia del Sig.Pietro Spazzoli (Piré) concessionario moto di Forlì di Moto Morini, nella foto da sx: Nino Assirelli, Ercole Baldini, Pietro Spazzoli, Alberto Assirelli, Genunzio Silvagni e Arnaldo Pambianco. Il pal...

inserito da Andrea Gorini in data 09/04/2014 1 commento "Motociclismo"
letto 6083 volte
Articolo con Video leggi articoloBellissimo video di Genuzio Silvagni che vince la gara motociclistica su MotoBi 175 cc all'autodromo di Vallelunga il 12 07 1959 davanti a Manganelli e Baronciani junior. Genunzio Silvagni in una delle sue prime gare della stagione 1954:Silvagni è in attesa del via con la Laverda. Alla sua...

inserito da Andrea Gorini in data 24/10/2014 1 commento "Motociclismo"
letto 4457 volte
leggi articoloGenunzio Silvagni, vinse il Motogiro 1957 su Laverda 75 con arrivo e partenza da Bologna, dopo 9 tappe per un totale di 2068 Km su un percorso stradale che copriva mezza penisola fra freddo, acqua e percorsi durissimi. Genunzio Silvagni, vincitore del Motogiro 1957 su Laverda 75 intervistato da A...

inserito da Andrea Gorini in data 10/04/2016 "Stampa"
letto 2887 volte
leggi articoloPrimo Zanzani è il tecnico che ha reso pressocchè invincibile le MotoBi nei Campionati Juniores degli anni sessanta. "Primo Zanzani nasce il 16 gennaio del 1923 a San Martino in Strada, una frazione di Forlì lungo la strada che porta a Predappio e agli Appennini. Il suo primo i...

inserito da Andrea Gorini in data 19/12/2015 "Stampa"
letto 2859 volte
leggi articoloMoto storiche d'epoca: Quando si parla di storia del motore.  La rivista specializzata di moto storiche d'epoca racconta un po di storia del Sammartinese Primo Zanzani e la sua MotoBi.  ...

inserito da Andrea Gorini in data 21/05/2016 "I libri"
letto 3085 volte
leggi articoloÈ uscita in questi giorni una storia scritta da Genunzio Silvagni che ripercorre i suoi anni con la Moto Laverda (1954-1957). Questa storia è dedicata in particolare a tutti quei piloti motociclisti che sono stati i pionieri delle piccole moto troppo spesso dimenticati. È una s...

inserito da Andrea Gorini in data 12/06/2017 "Motociclismo"
letto 2208 volte
leggi articoloFesta del Panathlon-Cesena al "Da Vinci" di Cesenatico. Silvagni consegna a Giacomo Agostini il suo libro "I miei anni con la Laverda" con la foto del Campionissimo all'esordio nel 1961 alla Trento-Bondone.  Giacomo Agostini imolto nteressato alla sua foto, all'esordio della sua...

inserito da Andrea Gorini in data 13/03/2018 "Motociclismo"
letto 1042 volte
leggi articolo  Genunzio Silvagni con Federica, figlia di Eros Conti di Riccione, corridore degli anni 50, alle loro spalle il pannello commemorativo di Primo Zanzani e la MotoBi. Genunzio Silvagni con Ivan e Mirko, figli di Primo Zanzani, il mago della moto....

PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su