17/02/2019 | 1005 articoli | 1051 commenti | 508 utenti iscritti | 2579 immagini | 13088679
login | registrati

Ultima iscrizione, Petra B.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Febbraio 2019
L M M G V S D
123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728

- - - - - - -

Articolo inserito da Maria Valtancoli in data 17/04/2009
Calcio
letto 5872 volte in 9 anni 10 mesi e 8 giorni (1,63)
JUNIORES

Federazione Italiana Giuoco Calcio Lega Nazionale Dilettanti COMITATO
REGIONALE EMILIA ROMAGNA

RECLAMO PROPOSTO DA A.S.D. PIANTA
avverso perdita gara, penalizzazione di 1 punto in classifica e ammenda € 50 delibera del G.S. del C.P. di Forlì contenuta nel C.U.n. 35 dell’11.3.2009 gara SAMMARTINESE SCUOLA CALCIO – PIANTA del 28.2.2009

L’A.S.D. PIANTA ricorre avverso i provvedimenti sopra indicati partita sospesa e vittoria per 3 – 0 della Sammartinese e chiede l’annullamento dei provvedimenti impugnati.
                                                                                 La Commissione
- premesso che la parte del reclamo riguardante l’ammenda di € 50 non viene presa in esame, trattandosi di provvedimento non impugnabile ai sensi dell’art. 45, comma 3, del C.G.S., parte che, conseguentemente, viene dichiarata inammissibile;
- visti gli atti ufficiali;
- preso atto che l’arbitro, sentito a chiarimenti, ha confermando integralmente il referto originario, dal quale si rileva che : 1) dopo la seconda ammonizione del calc.Calmanti, all’atto dellaestrazione del conseguente cartellino rosso di espulsione, il calciatore tentava di colpire con un pugno al volto l’arbitro, non andato a segno perché questi riusciva a bloccarne il braccio a pochi centimetri dal viso; 2) il calc.Calmanti, mentre indirizzava all’arbitro frasi offensive e minacciose, tirava a se la mano destra dell’arbitro che racchiudeva il taccuino ed i cartellini e, stringendola con forza, procurando forte dolore, riusciva ad impossessarsi dei cartellini che poi gettava sul terreno di gioco; 3) allontanato a forza da compagni e dirigenti indirizzava ancora all’arbitro frasi offensive;
4) nel frangente, l’arbitro veniva circondato da quasi tutti i giocatori e dirigenti dell’A.S.D.PIANTA, che protestavano per l’espulsione del
calc.Calmanti, rivolgendo all’arbitro frasi offensive, scurrili e gravemente minacciose di gravi atti; 5) in conseguenza della situazione creatasi per il comportamento del calc.Calmanti e dei suoi compagni, che non desistevano dalle esternazioni, l’arbitro, sentendosi gravemente minacciato e profondamente turbato , riteneva che non sussistessero più le condizioni per portare a termine la gara e ne decretava , in questo momento, la sospensione (circostanza ribadita in questa sede); - considerato che dalla esperita istruttoria non sono emersi fatti o situazioni atte a modificare il giudizio e, quindi, le decisioni assunte in primo grado,
                                                                                         d e l i b e r a
- di respingere il ricorso, confermando la decisione assunta in primo grado della sanzione a carico dell’A.S.D.PIANTA della perdita per 3 – 0 della gara SAMMARTINESE SCUOLA CALCIO – PIANTA del 28.2.2009 e della penalizzazione di 1 punto in classifica, fermo il resto.
Dispone per l'addebito della tassa, non versata.

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su