26/08/2019 | 1012 articoli | 1054 commenti | 512 utenti iscritti | 2609 immagini | 13866104
login | registrati

Ultima iscrizione, Michela V.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Agosto 2019
L M M G V S D
1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Giancarlo Spada in data 21/04/2008
Sport Vari
letto 6444 volte in 11 anni 4 mesi e 9 giorni (1,56)
Titans Romagna: ritorno alla vittoria!
Riprende con una vittoria seppur di stretta misura, 16 a 14, il cammino dei Titans verso la qualificazione ai play off di questo Campionato A2 FIDAF.
Ieri al “G. Casadei” è andata in onda l’ennesima partita dai due volti della squadra Romagnola che ha alternato momenti di bel gioco a momenti di apatia collettiva.
I Draghi si sono dimostrati una squadra compatta, molto corretta, con linee sia d’attacco che di difesa molto pesanti, con la voglia di dimostrare che la loro classifica era bugiarda.
I primi dieci minuti del primo quarto, sono stati sostanzialmente spesi dalle due squadre per studiarsi ed il gioco è ristagnato a centro campo senza che una delle due riuscisse a primeggiare. Poi una giocata che sembrava innocua, si è trasformata in un’azione vincente che ha portato al Touch Down Marco Bartolini, uno dei migliori elementi a disposizione di coach Sclafani. Trasformazione da un punto di “Alby” Abbondanza e 7 a 0 per i Titans.
La reazione dei Friulani non si fa attendere molto e in apertura del secondo quarto arriva il pareggio, frutto della solita amnesia della difesa locale che lascia libero il ricevitore sul lato destro del fronte d’attacco che, indisturbato, porta l’ovale in end zone: TD e trasformazione da un punto.
Tutto da rifare per i padroni di casa che non riescono a trovare spazi e giocate giuste per scardinare la forte e tenace difesa udinese. Così si giunge all’intervallo e coach Sclafani ha il suo bel da fare per rinvigorire e ridestare la soporifera squadra dei Titans che sta disputando una strana partita, svogliata in alcuni suoi elementi di primo piano, completamente abulica per molti degli altri.
Il terzo tempo non da molti spunti al commentatore se non un field goal trasformato da “Alby” Abbondanza che porta di nuovo i Titans in vantaggio per 10 a 7.
Cambio di campo per il quarto/quarto e le due squadre ancora lì che si bloccano a vicenda senza che nessuna delle due riesca a prevalere poi all’ottavo minuto del tempo i Draghi riescono a trovare le corse giuste per portarsi a due yard dal TD che riescono a trasformare con uno sfondamento centrale; a segno anche la trasformazione che porta gli Ospiti in vantaggio 14 a 10. A questo punto entra in campo il “dodicesimo giocatore”! Il pubblico sente le difficoltà dei Romagnoli, comincia a sostenerli incessantemente, i giocatori si sentono galvanizzati e questo supporto caloroso fanno triplicare le forze: un drive da “paura” viene trasformato con un’esaltante azione “made in Cavallucci sons”, lancio…kilometrico di Stefano, “Giò” si eleva sopra a tutti ma sembra non arrivarci…è a quel punto che il boato del pubblico “lo solleva di peso facendogli artigliare l’ovale” chiudendo così a circa dieci yard dall’end zone avversaria una azione che sembrava annullata. Gli applausi continuano incessanti e portano Ettore Lobue in TD: 16 a 14 e restano 23 secondi da giocare, un’eternità! Ma i Titans, finalmente ritrovati, contengono e bloccano ogni iniziativa dei Friulani, sul nascere finché non giunge il fischio liberatore dell’Arbitro.
La tribuna esplode!
Un finale esaltante che ha visto come attore principale un pubblico finalmente presente e incitante, unito e determinato a sostenere la propria squadra: bello…bello ed emozionante il tributo esteso a tutte e due le formazioni.

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su