20/09/2021 | 1041 articoli | 1080 commenti | 523 utenti iscritti | 2674 immagini | 19094856
login | registrati

Ultima iscrizione, William V.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Settembre 2021
L M M G V S D
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930

- - - - - - -

Articolo inserito da Luciano Minghini in data 12/02/2008
Attività culturali
letto 7593 volte in 13 anni 7 mesi e 14 giorni (1,53)
presentazione libro di poesie di Danila Rosetti
La Biblioteca Comunale di Forlì, in collaborazione con il Centro Culturale L’Ortica di Forlì, promuove un incontro di poesia dedicato all’opera della poetessa forlivese, abitante a San Martino in Strada, DANILA ROSETTI in occasione dell’uscita della sua opera in dialetto forlivese “STRAMBARÌ (Edizioni La Mandragora di Imola, 2007, prefazione di Davide Argnani).

L’appuntamento con l’autore è per



SABATO 23 FEBBRAIO 2008, ore 16,30,

presso la Sala di lettura della Biblioteca Comunale,

C.so della Repubblica 72, Forlì,



con la partecipazione di:

Vanni Tesei, direttore della Biblioteca Comunale di Forlì

Giorgio Casadei Turroni, Presidente del Centro Culturale L’Ortica

Davide Argnani, poeta e critico, direttore della rivista L’Ortica

L’incontro sarà alternato da recital della poetessa con intervalli musicali degli allievi del Liceo Musicale “A. Masini” di Forlì.



Dalla prefazione di Davide Argnani si legge che:

“Danila Rosetti è una poetessa che da anni lavora in sordina, scrive e recita con ottima tonalità in dialetto forlivese. Pensa al presente, senza nostalgie, cosciente dei cambiamenti di vita e di civiltà in movimento. Una scrittura frizzante e fresca, a volte cruda e rudimentale, ma ben condita di ironia, con un occhio critico sempre rivolto alla realtà, una realtà provvisoria che la poetessa sa ben manipolare penetrando nei ripostigli più profondi della mente umana, specialmente quando tutto diventa fragile e precario. Una voce nuova. Di poesia e di vita. La poesia di Danila Rosetti ci porta al confine tra realtà e fantasia, tra la vita e l’altrove, in un monologo disperato, apparentemente scanzonato, perché quando il disfarsi della memoria induce alla irrazionalità e il senso concreto dell’Essere si sdoppia in mille fantasie o malombre pirandelliane è segno che tutto può accadere. Insomma la vita vola via all’improvviso come un colpo di vento, e invisibile “si apre una porta/si vede solo un cappello/che vola per aria come “na caplèna ch’la vòla pr’éria”. È una scrittura priva di ogni lirismo, ma è proprio nella durezza dei fatti, dei comportamenti, delle reazioni, sia dei personaggi sia della parlata, che la poesia di Danila Rosetti si fa originale ed emblematica, attirando l’attenzione del lettore”.



Danila Rosetti è nata a Forlì dove vive e lavora come medico di base. Scrive in dialetto da molto tempo e Strambarì è il suo primo libro edito dall’Editrice La Mandragora di Imola con prefazione di Davide Argnani. La sua passione letteraria finora è stata premiata dai seguenti riconoscimenti: Menzione speciale premio ‘M. Tobino’, Lucca 2002, con la raccolta inedita «L’Oasi del miraggio»; Segnalazione ‘Premio Navile’, Bologna 2003, con la raccolta «Last Minut, gambe sfuggite al manicomio»; Primo Premio ‘San Vitale’, Bologna 2004, con la raccolta inedita «Poesie per un teatro»; Premio speciale all’ironia con il racconto «Il regalo di Natale» al concorso ‘Sguardi sulla città’, Forlì 2004; Finalista Premio di poesia ‘Città di Forlì’-L’Ortica 2005. Sue poesie sono state pubblicate nelle riviste “Confini”, “La Ludla” e “Mia”.



Per info: Biblioteca: Tel. 0543/712600, Ortica: Tel. 0543/402300/29127/704627

fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
commenta questo articolo
Non ci sono commenti su questo articolo, inseriscilo tu.
PENCIL ©
Copyright 2006-2021
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su