17/10/2019 | 1013 articoli | 1055 commenti | 513 utenti iscritti | 2611 immagini | 14104389
login | registrati

Ultima iscrizione, Luigi M.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Ottobre 2019
L M M G V S D
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Roberto Brunelli in data 05/11/2007
Personaggi
letto 20807 volte in 11 anni 11 mesi e 19 giorni (4,77)
Magg. Marco Briganti un " Eroe d' Italia "
30/05/2005 Iraq, cade elicottero italiano morti i quattro militari a bordo

E' un AB-412 dell'Esercito, con base a Tallil. E' caduto a 13 miglia Sud Est di Nassiriya. Le vittime sono i due piloti, il tenente colonnello Giuseppe Lima, 39 anni di Roma e il capitano Marco Briganti, 33 anni di Forlì, e i mitraglieri di bordo, il maresciallo capo Massimiliano Biondini, 33 anni di Bagnoregio (Viterbo) e il maresciallo ordinario Marco Cirillo, 29 anni di Viterbo. Rientrava dal Kuwait dove avevano accompagnato un commilitone di rientro in Italia per i funerali della madre.





MARCO BRIGANTI - Era forlivese il capitano Marco Briganti, 33 anni, residente a Poggio Berni, un comune del riminese, ma originario di Forlì, dove vivono i genitori con la sorella Manuela. Questa mattina intorno alle 8 una telefonata del generale Calligaris alla famiglia Briganti, che risiede a San Martino in Strada, ha portato la notizia della tragedia. Il capitano Briganti era partito una settimana fa per la sua seconda missione in Iraq, dove si sarebbe dovuto fermare per quattro mesi. «La sua era una vera e propria passione- racconta la sorella, maggiore di qualche anno- aveva iniziato la sua carriera nel '91, partendo per il servizio militare. Amava il suo lavoro: era già stato in Iraq e anche in Bosnia qualche anno fa». Una tragedia che lascia nel più profondo dolore la famiglia e la moglie Simona, con la quale viveva nel Comune di Poggio Berni. L'ufficiale aveva frequentato l'istituto tecnico aeronautico forlivese e aveva un trascorso di sportivo, come ciclista dilettante nella polisportiva «Forti e liberi». Nel '92 aveva frequentato il 146esimo corso allievi ufficiali di complemento alla Scuola elicotteristi e dal '99 era in forza al Vega di Rimini, settimo Reggimento Cavalieri dell'aria. «Non ci credo ancora, non me ne rendo ancora conto», ha detto con le lacrime agli occhi Giovanni Briganti, padre di Marco. «Marco era innamorato del suo lavoro - ha proseguito il padre -. In Iraq diceva che era molto impegnativo, ma era contento di essere lì».







fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Roberto Brunelli in data 05/11/2007 21:06:49
FORLI’ - Durante la seduta del 31 luglio 2007 scorso la Giunta comunale, su proposta della competente Commissione comunale consultiva per la toponomastica cittadina presieduta dall’Assessore Tiziano Marchi, ha deciso di approvare la denominazione di nuove strade e parchi. L’organo esecutivo forlivese ha stabilito di intitolare nuove strade a: VIA MARCO BRIGANTI (Maggiore forlivese caduto durante una missione in Iraq), VIA ILARIA ALPI (giornalista della Rai assassinata in Somalia assieme al suo operatore mentre svolgeva un’inchiesta su un presunto traffico di armi) e VIA GIOVANNI IMPASTATO (giovane siciliano che ha pagato con la vita la sua lotta alle cosche mafiose) sono le tre nuove vie che sorgeranno fra Via Monda e Mondina.





( Targa apposta in Forlì, Torre dell' Orologio, Piazzetta della Misura )



Commento inserito da Roberto Brunelli in data 05/11/2007 21:06:49
Apposizione di targa ricordo in memoria di Marco Briganti
15.06.2006 - Si è svolta a Bracciano, presso la Scuola di Artiglieria, la cerimonia di scopertura di una targa in marmo che gli Amici del 146° Corso AUC hanno voluto dedicare alla memoria del compagno di corso Marco Briganti deceduto in servizio in Iraq il 30 maggio 2005. Alla cerimonia, oltre ai familiari di Marco ed alle massime autorità militari della Scuola, erano presenti gli amici del 146.

Gabriele Da Prato, in rappresentanza degli Amici del 146°, ha letto un messaggio di ricordo dei giorni passati insieme durante il corso ed ha ricordato Marco.

Al termine della cerimonia, i partecipanti hanno potuto assistere alle celebrazioni organizzate dalla Scuola per la ricorrenza della festa dell'Arma di Artiglieria.





Marco Briganti, nato a Forlì il 15 Maggio 1972, coniugato, era effettivo al 7° Reggimento AVES "VEGA" di Rimini dove ricopriva l'incarico di pilota osservatore elicotteri.
Nel 1992 aveva svolto in servizio militare come Allievo Ufficiale di Complemento nell'Arma di Artiglieria presso la Scuola di Bracciano.
Era stato assegnato alla sezione artiglieria da campagna e a fine corso era stato destinato alla Caserma di Bologna.





( Giuramento del 146° Corso AUC, al centro in prima fila Marco )


Commento inserito da Roberto Brunelli in data 05/11/2007 21:06:49




Monumento ai Caduti in Iraq - Camp Mittica – Nassiriya - Iraq

Mi sembra inoltre doveroso ricordare tutti i Militari Italiani caduti in missione di pace.

L' eleno è visibile alla pagina web :

http://it.wikipedia.org/wiki/Militari_italiani_caduti_in_missione_di_pace



Militari italiani caduti in missione di pace



Commento inserito da Roberto Brunelli in data 10/11/2007 21:06:49
E' il 2 novembre 2007, ore 16.00 circa, al cimitero di San Martino.

E' una visita a Marco Brigani da parte dell'esercito e... non riconosco l'autorità comunale.

L'esercito ha suonato il silenzio creando un'atmosfera irreale.











Commento inserito da Roberto Brunelli in data 12/11/2007 21:06:49
Carissimi Familiari di Marco e lettori del Forum,

Ho avuto modo dopo la pubblicazione di questo mio “doveroso” Articolo sul Magg. Marco Briganti, di poter parlare personalmente con la Madre, la Sig.ra Lidia.
E’ stato per me una grand’emozione poter parlare con una donna che ha compiuto il massimo gesto d’amore che una Madre può avere verso il suo Paese, dare un figlio alla Patria.
In un’epoca dove alcune parole come Patria, Impegno, Sacrificio, Fedeltà, Principi, sono cadute in disuso o etichettate come retorica, o figlie di un passato anche recente, vedonsi i Militari italiani caduti nell’ ex Congo belga nel 1961 in missione per conto dell’ O.N.U., di cui non so perché ci si dovrebbe vergognare, la Morte del “povero” Marco non và quindi dimenticata, ma anzi presa ad esempio.
Marco era in Iraq per servire il suo Paese, perché da ottimo Militare come lui era, obbediva a degli ordini e svolgeva dei compiti che il Governo del suo Paese, eletto democraticamente, e quindi anche da ogni singolo cittadino di questa Repubblica indipendentemente dalle proprie idee politiche,gli aveva chiesto di svolgere, e che lui eseguiva nel pieno rispetto della Missione di Pace affidata al Nostro Esercito.
Marco è deceduto in Servizio, un Servizio che l’ Italia gli ha chiesto di compiere, e l’ Italia siamo tutti noi.
Come ho detto piangendo alla madre di Marco, non solo Lei ha perso un figlio, ma tutti noi Italiani abbiamo perso un fratello, con il suo massimo sacrificio la Madre di Marco è diventata la Madre di tutti gli Italiani e tutti gli Italiani sono diventati figli suoi.

Brunelli Roberto


Commento inserito da Roberto Brunelli in data 15/02/2008 21:06:49
Afghanistan 13/02/2008: Soldato italiano morto in scontro a fuoco

Un militare dell'esercito italiano morto e un altro ferito, è il bilancio di uno scontro a fuoco tra una pattuglia italiana e un gruppo armato avvenuto questa mattina in Afghanistan, nel distretto di Uzeebin, sessanta chilometri da Kabul, dalla ricostruzione fornita dal ministero della Difesa la pattuglia della task Force Surobi avrebbe risposto ai colpi esplosi dal gruppo armato.
La vittima è il Primo Maresciallo Giovanni Pezzullo. Il militare ferito, sembra non gravemente, è ora diretto all'ospedale militare del contingente francese nella capitale afgana.

La figlia Giusy ha espresso apprezzamento per chi esporrà la bandiera italiana alla finestra, come «faceva lui in ricordo dei caduti di Nassirya».






Commento inserito da Ortenzio Brunelli in data 24/05/2008 21:06:49
Domenica 25 Maggio 2008 l' U.S. Forti e Liberi organizza il 3° Trofeo Ciclistico "Marco Briganti", il programma completo dell'evento è visibile alla pagina web:
http://www.usfortieliberi.it/valli/tabella_marcia2008.pdf


Commento inserito da Gabriella Cortini in data 06/05/2009 21:06:50

31 Maggio 2009 l'US Forti e Liberi organizza

 

34° Trofeo MAURO VALLI

 

4° Trofeo MARCO BRIGANTI

2°Memorial Orazio Bonetti - Mario Gavelli
DESCRIZIONE

Ritrovo Piazza SAFFI, trasferimento da Piazza Saffi, fino al Km. 0 di via Monda San Martino in Strada.Partenza da via Monda, via Malatesti, via Persiani,Via Brando Brandi, via Crocetta,via Cavalletto, via Monda, via La Scagna, via delle Caminate, via Malguaia,via Monda, circuito di Km. 18,100 da ripetersi 5 volte, indi, viale dell’Appennino, via Placucci,via Campo degli Svizzeri,via Campo di Marte,viale Roma, Corso della Repubblica, Arrivo in Piazza Saffi, per totale km.96,500.




Commento inserito da Ortenzio Brunelli in data 23/06/2009 21:06:50

Ex viola e grandi campioni tutti intorno a Marco Briganti.

Sabato 13 giugno 2009 si è svolto allo stadio Morgagni di Forlì il Memorial Marco Briganti, triangolare di calcio che ha visto impegnate le squadre delle Vecchie Glorie del Forlì Calcio, del VII° Reggimento Aves-Vega, degli Exviola. Nella prima partita si è imposta la squadra delle Vecchie Glorie del Forlì Calcio sul VII° Reggimento Aves-Vega per 1 a 0. Nella seconda partita gli Exviola hanno battuto la squadra del VII° Reggimento Aves-Vega per 3 a 1 (a segno due volte Robbiati e una Rildo il figlio di Amarildo). Nell’ultima partita valevole per l’assegnazione del primo e secondo posto gli Ex viola hanno prevalso solo nel finale sulle Vecchie glorie del Forlì Calcio per 2 a 0 (a segno ancora Robbiati e Rildo). Sugli spalti circa trecento persone tra cui come ospiti d’onore della serata Giancarlo Antognoni, Massimo Orlando, i due candidati sindaci del Comune di Forlì Alessandro Rondoni e Roberto Balzani, l’attuale Assessore allo Sport Giovanni Bucci, nonché varie autorità militari ed amici di Marco Briganti. Sono stati raccolti 1.100 euro che saranno interamente devoluti in egual misura alla cura dei bimbi afghani ed iracheni e alle popolazioni terremotate dell’Abruzzo. Il Consiglio Direttivo ringrazia sentitamente tutti coloro che hanno contribuito all’ottimo risultato della manifestazione. 

Tratto da: http://www.fiorentinanews.com/index.asp?idn=63264




Commento inserito da Roberto Brunelli in data 05/11/2009 21:06:50

Dal sito del Comune di Forlì  "Odonomastica Comunale":

BRIGANTI MARCO VIA (cod. 08734)

S.Martino in Strada

(1972-2005) di orginine forlivese viveva a Poggio Berni (RN). Il Capitano Briganti era partito da solo una settimana per la sua seconda missione in Iraq (dove si sarebbe dovuto fermare per quattro mesi), quando l'elicottero che pilotava precipitò in una zona desertica nei dintorni di Nassirya. Aveva frequentato l'Istituto Tecnico Aeronautico forlivese e aveva un trascorso di sportivo come ciclista diletante nella polisportiva "Forti e Liberi". Inizio la sua carriera nel 1991 partendo per il servizio militare. Nel 1992 frequento il 146esimo corso allievi fficiali di completamento alla Scuola elicotteristi e dal 1999 era in forza al 7° AVES "VEGA" di Rimini, Rggimento Cavalieri dell'aria, dove ricopriva l'incarico di pilota ossrvatore eliccoteri.

C.T. del 03.07.2007, G.C. del 31.07.2007 n. 275

Scusandomi per il ritardo, porgo il mio più sincero ringraziamento pubblico a nome di tutti gli Amici di Marco all'allora Sindaco di Forlì On. Nadia Masini, a tutti i componenti della Commissione consultiva per la Toponomastica ed al Prefetto di Forlì che ha concesso la deroga alla legge non essendo ancora passati 10 anni dalla morte .




Commento inserito da Roberto Brunelli in data 14/06/2010 21:06:50

Da "Il Resto del Carlino" edizione di Forlì del 07 giugno 2010 il ringraziamento della Famiglia Briganti a chi ancora ricorda Marco.




commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su