20/10/2019 | 1013 articoli | 1056 commenti | 513 utenti iscritti | 2614 immagini | 14119141
login | registrati

Ultima iscrizione, Luigi M.

Ultimi e i più Cliccati
Argomenti

Ottobre 2019
L M M G V S D
123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031

- - - - - - -

Articolo inserito da Simone Gradassi in data 03/10/2007
Calcio
letto 9096 volte in 12 anni 0 mesi e 20 giorni (2,07)
Real San Martino 2007/08
“L’ ANALISI del Grada”.
Prima giornata.
Clamoroso a Pievequinta… il Real parte con il botto.
Con un inaspettato 2-1 i ragazzi guidati da mister Capelli riescono ad avere la meglio sul VanniCatering in un campo ostico dove molte compagini faticheranno a strappare punti.
Già nel prepartita si respira aria di grande incontro sportivo, i giocatori sono concentrati e sugli spalti c’è il pubblico delle grandi occasioni che non perde mai l’ occasione di incitare la squadra e alla lunga si è dimostrato il dodicesimo uomo in campo.
Ma veniamo alla partita, il VanniCatering parte alla grande e per tutto il primo tempo fa la partita senza concedere ai ragazzi alcuna occasione.Le opportunità per passare in vantaggio sono tantissime e verso la fine della prima frazione riescono con un gran gol a fissare il risultato sul VanniCatering 1 Real 0.
A questo punto avviene una magia, i ragazzi escono dagli spogliatoi con un'altra mentalità e complici gli sforzi compiuti dalla squadra avversaria nel primo tempo che hanno sprecato molte energie, la partita cambia.
Tocchi di prima,verticalizzazioni in profondità, accelerazioni palla al piede e gli ottimi disimpegni difensivi sono gli ingredienti giusti per ribaltare il risultato e infatti con le splendide reti di Ricci Cristian e il bravo Bussi il risultato cambia e al novantesimo il Real si impone sul VanniCatering 2-1.Dagli spalti sembrava di vedere la Roma di Spalletti con il Prati nei panni di Totti e i vari Nannetti,Biondini e Ciccino pronti ad inserirsi alla Perrotta,Mancini e Taddei.
Obbiettivamente è stata una bella partita e tutti i ragazzi hanno dato il meglio lottando su tutte le palle senza mollare mai. Questo è lo spirito giusto che i tifosi vogliono dai giocatori e ora senza montarsi la testa dovranno dimostrare di ripetersi già alla prossima partita.
Veniamo ai singoli, per la “commissione” sugli spalti composta da Cico,Cecca ,Grada,Tullo e tutti quelli li vicino UOMO PARTITA SKY Ricci Cristian e Bussi autori dei gol partita.
Una nota di merito la vorrei spendere per il Bobò che vista la presenza di Lola e Milka in tribuna non è riuscito esprimersi al meglio, forse per la grande emozione, ma sono sicuro che con le loro cure già dalla prossima partita dimostrerà di che pasta è fatto e quindi il suo immenso valore tecnico.
L’appuntamento è per la domenica 7 ottobre alle 15.30 a S.Martino.



























fai conoscere questo articolo ad un amico


Commenti
 
Commento inserito da Luca e Cristina Leonardi in data 08/10/2007 21:06:49
GRAZIE GRADA .....grazie per i tuoi commenti sulla partita, aspettiamo da te ogni settimana il "punto" perchè sei il Nostro GIORGIO TOSATTI !!!!


Commento inserito da Simone Gradassi in data 10/10/2007 21:06:49

L’ANALISI DEL GRADA seconda di campionato.
Dove vogliono arrivare questi terribili ragazzi?
Forse è ancora troppo presto per farsi un idea delle potenzialità della squadra ma i risultati parlano chiaro… due le partite giocate, due le vittorie e primato in classifica. Al bar c’è chi già si sfrega le mani compiaciuto delle due belle prestazioni e osa sognare una stagione ad alti livelli.
Ma veniamo alla cronaca della partita riportata da chi c’era. Avversario di turno il Bar Amati sul neutro di Buscherini in notturna.
Il Real si è dimostrata squadra compatta per tutti i novanta minuti senza concedere alcuna vera occasione agli avversari e con un buon possesso palla, in zona cesarini, ha fatto sua la partita con un gol di Nannetti. Da segnalare l’occasione capitata al Bobo che da un lancio dalle retrovie è riuscito con un ottimo stop ad allungarsi la palla sul destro e nonostante questo non sia il suo piede ha trovato il coraggio di tirare e concludere di poco a lato.
Secondo i presenti a bordo campo uomo partita sky della serata è Nannetti non solo per il gol ma per il buon lavoro fatto in fase offensiva. Si segnala inoltre che nonostante il Biondini non fosse al 100% è riuscito con la sua grinta a disputare una buona partita e strappare un sei politico da parte dei tifosi.
Vorrei invece aprire una riflessione di come anche la uisp si stia adattando a questo “calcio globale”, dove ormai non ci sia più il classico sabato pomeriggio dedicato alle partite amatoriali ma che queste vengano disputate tutti i gioni della settimana. Dove un calendario possa subire sempre continue variazioni senza più per i tifosi avere certezze di assistere la propria squadra. Detto questo il prossimo appuntamento “dovrebbe” essere per sabato 13/10/07 alle 15.30 contro l’Atletico Malatesta in quel di cesena.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 16/10/2007 21:06:49

IL PUNTO DEL GRADA terza giornata.
Tutti sanno che prima o poi i sogni finiscono ma questo sembra proprio non finire mai, è un po’ come quando ti accorgi di farne uno bello e decidi di stare li sotto le coperte e farlo durare il più a lungo possibile. Così è per il Real che dopo due vittorie ha centrato anche la terza in modo cinico ma imponendo sempre il suo gioco e alla fine: Atletico Malatesta 0 Real S.Martino 2.
La cronaca della partita è ricca di occasioni, già ai primi minuti l’ Atletico ha la possibilità di passare in vantaggio ma il portiere Oriti impedisce con buoni disimpegni il gol alla squadra avversaria. Poi è la volta del Real a menar le danze e il Nannetti ha l’occasione di sbloccare il risultato con un bel tiro da fuori che si stampa sulla traversa, sulla ribattuta si avventa sul pallone il Pega che con un tiro di coscia colpisce nuovamente i legni della squadra avversaria.
La partita si fa maschia e la “ruspa” Ciccino cerca di spianar la strada ai compagni e far capire agli avversari che c’è pane per i loro denti. Intimoriti dall’ agonismo messo in campo da tutti i ragazzi l’Atletico Malatesta alza bandiera bianca e con le due reti siglate da Nannetti e Bobò il Real fa sua la partita.
La cronaca segnala l’esordio in campo dopo tanto tempo di Andrea Ricci, reduce da infortuni che hanno in parte segnato sia la carriera che l’uomo. Poi a partita scaduta e con il risultato ormai acquisito il bravo capitan Prati ha peccato di ingenuità reagendo con troppo nervosismo agli avversari, beccandosi un cartellino rosso che in prospettiva futura potrebbe costare molto caro.
Molto bene anche mister Capelli che con una rosa rimaneggiata da infortuni e assenze varie ha dovuto ridisegnare la squadra rispetto alle uscite precedenti ma allo stesso modo è stato capace di trasmettere ai giocatori in campo lo spirito giusto.
Infine vorrei spendere due parole per la dirigenza presieduta da Findus e coadiuvata dai collaboratori Alpino, Cico e Fabrizio che in questi anni hanno sempre dato la massima disponibilità e il loro impegno per seguire la squadra in qualsiasi luogo e con qualsiasi avversità atmosferica e ora se sono arrivati i buoni risultati il merito va condiviso anche con loro.
A questo punto vi lascio con l’appuntamento per la prossima partita prevista per sabato 20 ottobre alle 15.00 sul campo di San Martino contro la Pol. Boschetto e speriamo che il sogno continui….



Commento inserito da Simone Gradassi in data 24/10/2007 21:06:49

Il punto del Grada della quarta giornata.
Il Real commette il primo passo falso della stagione.
Sul campo amico di San Martino, nel giorno in cui ha espresso il miglior gioco di sempre, non è riuscito a portare punti in classifica che avrebbero sancito la prima fuga in solitaria del campionato. Quindi debutto casalingo sfortunato per il risultato che non rispetta sicuramente i valori in campo e alla fine dei 90 minuti si fissa sul Real 1 Pol.Boschetto 3.
I ragazzi erano motivatissimi, partiti con il piede giusto creavano occasioni a go-go ma poi nel momento migliore gli avversari con tre occasioni sono riusciti a fare tre gol. Non esente da colpe il reparto difensivo che fino ad oggi aveva dato prova di affidabilità ma che in queste tre occasioni ha peccato di disattenzione. Da segnalare invece la crescente intesa fra il Bobo e Nannetti che anche in questa occasione sono riusciti con un bel fraseggio ad andare in gol. L’azione era partita da una posizione di sospetto fuorigioco confermata anche da Ceccaroni Andrea attento spettatore in tribuna.
Da un attenta analisi penserei ad un passo falso che è da preventivare in un campionato lungo e impegnativo come quello eccellenza uisp. La cosa più importante è che la sconfitta serva ai ragazzi per trovare insegnamento e tornare alla vittoria il prima possibile poi la classifica ci vede ancora primi e questo deve essere motivo di orgoglio per presentarci al meglio già sabato prossimo contro il Big Bar in uno dei derby cittadini.
P.S. verso le ore 16.00 di domenica 21 ottobre 2007 l’ ANSA dirama un comunicato ufficiale: “svuotate le rinomate cantine di Bertinoro da un gruppo di ragazzi che amareggiati dalla sconfitta della propria squadra del cuore hanno affogato i dispiaceri nel sangiovese”. Testimoni hanno dichiarato che alcuni dirigenti, giocatori e tifosi del Real S.Matino guidati da uno squinternato che si definiva: “ vittima del complotto… con forti dolori al pancreas…” hanno creato trambusto nella pacifica cittadina romagnola. Chi fosse in possesso di informazioni è pregato di collaborare con le autorità per cercare di smascherare il sopra citato individuo.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 07/11/2007 21:06:49
Il punto del Grada quinta giornata.
Il Real non riesce più a vincere! Anche sabato non è andato oltre l’ 1-1 contro i Diavoli Rossi forte compagine riminese. A questo punto si può parlare di maledizione sul campo di San Martino in strada. Il campo che vede settimanalmente i nostri ragazzi faticare negli allenamenti non porta bene, e nelle due partite giocate un punto è un magro bottino rispetto alle tre vittorie centrate in trasferta.
Un po’ quello che succede al Milan frizzante e vivace in trasferta, capace di ottenere punti poi in casa si trasforma, perde lo smalto e non riesce a far risultati altrettanto positivi.
Anche sabato scorso i ragazzi hanno messo impegno, buono il possesso palla e tanto il gioco prodotto passando in vantaggio con un gol di Fabrizio, poi il loro pareggio su un dubbio penalty ma alla fine se non era per il portiere Oriti che neutralizzava un altro calcio di rigore concessogli le cose si potevano mettere peggio.
Gli avversari messi sotto per buona parte della partita sono riusciti a rendersi pericolosi solo con dei lunghi rilanci per il loro centravanti (giocatore di categoria superiore e capocannoniere del campionato) che si è procurato due calci di rigore di cui uno come detto prima neutralizzato con grande bravura da Oriti.
Ora bisognerà pazientare e continuare nei faticosi allenamenti guidati da Mr Capelli, che mi hanno detto molto arrabbiato negli spogliatoi perché vuole sempre il massimo da tutti gli uomini a disposizione. Quindi fatica e grinta le parole d’ordine per sfatare il tabù del campo di San Martino. Già sabato 11 novembre l’occasione per farlo contro la Fiumanese alle 14.30.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 13/11/2007 21:06:49
Boom! Boom! Il Real spara due cannonate e vince il derby del Rabbi contro la Fiumanese. Sfatato il tabù di S.Martino dopo tre gare con una prova poco convincente nel primo tempo ma di grande carattere nella ripresa.
Guidati da uno straordinario Pega che fa la differenza a centrocampo, il Real riesce a far sua la partita,con un gol di Nannetti e uno di Prati dove non è tutto chiaro tranne che la palla si è insaccata in rete.
Bravo Nannetti che con questo gol sta scalando la classifica del capocannoniere e ha raggiunto quota 4. Molto bene la squadra che con questi tre punti si conferma ai primi posti della classifica.
Impegni lavorativi e non mi hanno tenuto lontano dal campo di gioco ma sabato prossimo se le condizioni lo consentiranno vorrei essere sugli spalti e mi organizzerò per un analisi più accurata e soggettiva per ogni singolo giocatore, una specie di “pagellone”. Tremate giocatori, tremate…
Unico dispiacere non poter giudicare Biondini Mirco lontano dal paese natale, più precisamente in Scozzia, a seguire con i compagni Goro e Cecca lo spareggio per gli Europei 2008 della nazionale.
Un in bocca al lupo agli Azzurri e sempre forza Real.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 16/11/2007 21:06:49
Tutto il Real è vicino alla famiglia Valtancoli in questo momento difficile per la scomparsa di Pasquale. In particolare un abbraccio affettuoso a Marco, compagno e amico di tante partite e bei momenti trascorsi insieme. Grande Giotto ti siamo vicini.


Commento inserito da Roberto Brunelli in data 17/11/2007 21:06:49
Anche la Tre Martiri si unisce al lutto della Famifglia Valtancoli.

Oggi 17/11/2007 abbiamo giocato con il lutto al braccio per onorare la memoria del padre del nosrtro portiere, ed abbiamo vinto anche per lui.

Un fortissimo abbracio a Marco da tutta la Squadra.




Commento inserito da Simone Gradassi in data 20/11/2007 21:06:49
L'analisi del Grada settima giornata.
Il Real continua a mietere vittime, sabato è stato il turno del “Bella Rimini” ad alzare bandiera bianca. I ragazzi si impongono con un 3-1 piuttosto sofferto ma che alla fine rispetta i veri valori in campo.
Primo tempo così così. Fatichiamo a costruire, rimaniamo lunghi su tutto il campo, i centrocampisti vengono sistematicamente esclusi dal gioco e riescono solo nel lavoro di interdizione. Agli attaccanti spetta il difficile compito di inseguire il pallone e alla fine non riescono ad essere incisivi. Molto bene invece la difesa che non concede mai occasione agli avversari e spesso è dagli sganciamenti dei terzini che si vedono le cose più belle.
Alla fine del primo tempo Nannetti inventa il gol con una bella azione di dove prima si aggiusta con vera maestria la palla e poi fa partire una bordata che si infila a fil di palo. Il primo tempo finisce sull' 1-0 per il Real e i ragazzi pensano che la pratica sia già chiusa, tornano sul campo sereni ma questo stato d'animo viene infranto da un eurogol con una cannonata da 30 metri che si infila sotto l'incrocio dei pali.
Tutto da rifare.
A questo punto inizia un altra partita dove giochiamo la palla, i tre reparti si compattano e iniziano a giocare con metodo. Gli anziani del gruppo trasmettono la grinta necessaria e il cocktail è perfettamente miscelato e servito per la sbronza di go,l che chiudono la partita. Prima su una punizione sale Craspi, si procura un calcio di rigore che Nannetti trasforma poi il Bobò sulla fasci dribbla l'uomo la mette dentro e con grande tempismo Bebo la insacca.
Apoteosi sugli spalti. Il Real anche oggi è riuscito a scaldare i cuori dei tifosi in una giornata veramente fredda.
Il temuto pagellone in una partita così avvincente non può che dare bei voti ma ricordo ai giocatori che alla prima cappella potrebbe diventare spietato.
Pagellone della settima giornata.
Oriti: poco impegnato ma sempre sicuro, detta i movimenti al reparto difensivo, non può nulla sul gol avversario. Voto 6.5.
Amadori: mai in affanno, belli gli sganciamenti. Il suo volto non cambia mai espressione no sembra conoscere la parola fatica. Voto 7.
Monti: gioca d'anticipo, rilancia via tutte le occasioni avversarie con Casillo forma una coppia centrale di sicura affidabilità. Il paragone con la coppia Baresi-Costacurta spero li onori anche se non dovessero essere milanisti. Voto 7.
Casillo: migliore in campo. Trasmette la grinta giusta senza mai eccedere. Bravissimo al centro bravissimo sulla fascia. Agli altri le parole a lui il voto 9.
Bussi: il giocatore che tutti gli allenatori vorrebbero avere in squadra, bravo, semplice ma soprattuto umile. Voto 7.
Pega: parte bene è l'unico che nel primo tempo cerca di tenere uniti i reparti. Sembra quasi spegnersi per ritrovare le forze nel finale e disputare una buonissima partita. Tanto impegno. Voto 7.
Craspi: il gigante non si smentisce mai quando è l'ora di tirar fuori gli attributi lui c'è sempre. In difficoltà a centrocampo benissimo in difesa. Grande quando sale in area a saltare e si procura il calcio di rigore che vale i tre punti. Voto 7.5.
Prati: la palla non riesci mai a portargliela via è come se fosse incollata ai suoi piedi. Giocate e tecnica sopraffina, subisce molti falli che nell' economia di una partita sono importantissimi. Sacrificato a centrocampo fa la differenza quando si mette in attacco. Voto 7.5.
Iacopo: tanto impegno, si butta su tutte le palle ma nel primo tempo è la squadra che non gira. Deve continuare su questa strada e potrà dire la sua. Voto 6.5.
Filippo: con lui ho un conto in sospeso, gli devo le mie scuse per il gol non attribuitogli la scorsa giornata. Gioca nel primo tempo e non riesce ad incidere per lo stesso motivo di Iacopo, buono il sacrificio che sono sicuro darà risultati futuri.
Nannetti: BOMBER, questo è il termine per definirlo. Perfetto e sempre pericoloso. Di ghiaccio sul dischetto di rigore e ottimo terminale offensivo. Con la doppietta ( forse tripletta) di oggi sale nella classifica dei cannonieri. Era da tanto che a S.Martino non si vedeva un bomber così. Voto 8.
Ciccino: la ruspa che spazza via gli avversari, se fino al suo ingresso avevamo sofferto lui ci mette una pezza e smettiamo di faticare. Bravo a intervenire a palla ferma e mettere palla in campo quando il Bobò si infuoca. Voto 7.
Bob: con il suo ingresso a centrocampo è lui a dettare i tempi, giocate semplici ma efficaci. Bravo perché fino a quel momento ci è mancato uno così. Deve pazientare perché avrà tempo per dimostrare il suo valore. Voto 7.
Bobo: una spina al fianco avversario, suo l'assist del gol che chiude la partita. Un tipino niente male che non si fa mettere i piedi in testa da nessuno. Bravo. Voto 7.
Bebo: ala pura con il vizio di accentrarsi, riesce a buttarla dentro nonostante le poche occasioni avute e meritarsi un bel 7. Anche per lui le occasioni non mancheranno. Voto 7.
Mr. Capelli: per lui non sarà facile fare la squadra d


Commento inserito da Simone Gradassi in data 20/11/2007 21:06:49
mi sono accorto di un paio di errori solo rileggendo l'anlisi:
-Filippo voto 7.
-Mr capelli. per lui non sarà facile fare la squadra dove tutti i gioctori mettio cosi tanto impegno, capace di trasmettere serenità al gruppo.voto7.5.



Commento inserito da Marco Valtancoli in data 23/11/2007 21:06:49
GRAZIE, di cuore sia a Simone e a tutto il Real, sia a Bruno e a tutta la Tre Martiri.


Commento inserito da Simone Gradassi in data 02/12/2007 21:06:49
L’ analisi del Grada nona giornata (01/12/2007).
Sabato il Real ha sprecato una ghiotta occasione per confermarsi leader indiscusso del campionato. Contro la Cibox (campione in carica del torneo uisp) non andiamo oltre il pareggio di 1-1 in una patita dove le occasioni per buttarla dentro non sono certo mancate.
Spreconi i ragazzi guidati da Mr Capelli già nel primo tempo con i vari Nannetti, Prati e Pega che non gonfiano la rete da posizione favorevole, poi ci si mette l’arbitro a fischiare in modo incongruo e non fa altro che innervosire tutti i giocatori in campo e alla fine influisce decisamente sul risultato. Prima fischia un rigore per la Cibox, che riescono a trasformare, poi lascia gli avversari in dieci per proteste. Della superiorità numerica il Real ne fa buon uso alzando i ritmi di gioco e ottenendo il pareggio con una bella incornata di Craspi su calcio d’ angolo.Negli ultimi minuti si susseguono altre occasioni da gol, ma vuoi la sfortuna vuoi qualche errore individuale la palla non si insacca e allo scadere il risultato di parità non accontenta nessuno anzi i mugugni sono tanti e tutti indirizzati all’ arbitro.
Onore alla Cibox ma il mio sogno rimane quello di incontrarli in finale al Morgagni con gli spalti gremiti.
Per tutta la partita la squadra ha giocato bene, concedendo poco agli avversari e tenendo sempre buoni ritmi di gioco. Sprecate,secondo me, tutte quelle punizioni dal limite calciate malissimo che dovrebbero essere un nostro punto di forza.
PAGELLONE:
Oriti: si conferma ottimo portiere, bravo nei pochi disimpegni dove è chiamato in causa. Se riusciva a deviala un po’ più in là… voto 6,5
Casillo: grande forza di volontà non si risparmia mai, bravo tutta la partita. Esce da situazioni difficili palla al piede e fa salire la squadra. Voto 7.
Monti: in affanno su alcuni recuperi ma sempre efficace ad anticipare gli avversari e a non concedere palle gol. Voto 6,5
Craspi: goleador per caso? Non penso proprio… Capitano per caso? Non penso proprio…Craspi è il nostro Materazzi e se battesse le punizioni dal limite come incorna il pallone le vinceremmo tutte. Migliore in campo voto 8.
Bussi: mentre gli altri si lamentano e urlano lui stà zitto e gioca a pallone, è sempre un bel vedere. Voto6,5.
Ricci Cristian: Tanto impegno ma poca sostanza da attaccante dove non è mai pericoloso. A centrocampo prova a fraseggiare con i compagni ma non trova collaborazione. Tanta esperienza subisce molti falli. Voto6
Ciccino: quando è in campo gioca a suo modo e molto bene. Impetuoso, salta di testa e interdice gli avversari alla grande. A Gattuso poi non gli puoi chiedere le giocate di Pirlo… voto6,5
Biondini: non è al meglio delle sue condizioni fisiche prova a compensare con tanta grinta, ne viene fuori una partita mediocre. Esce zoppicando, peccato perché da lui ti aspetti sempre di più.Voto 5,5.
Pega: corre tanto, bravo a costruire poi peccato per quella occasione da due passi che influisce sul voto 5,5
Nannetti: Bravo e sempre pericoloso,cresce alla grande l’intesa con la squadra.voto 7.
Prati: gli manca solo il gol per coronare una prestazione maiuscola. Con Nannetti forma la coppia di attaccanti più forte di tutti i tempi. Voto 7.
Bobò: oggi rifinitore la scorsa giornata ala. Giocatore polivalente. Peccato per quella punizione che si stampa sul palo. Voto6,5.
Bob: Uomo d’ordine di centrocampo,troppo precipitoso in un paio di occasioni ad affrontare l’avversario deve temporeggiare di più per evitare di farsi saltare. Voto6
Mordenti: un altro gigante per questa difesa oramai insuperabile. Con Casillo e Craspi formano un terzetto massiccio adattissimo all’ inverno che incombe e ai campi pesanti. Voto 6.
Filippo: tiene la squadra alta come fa Inzaghi nel milan e come Pippo ha una buona occasione ma litiga con il pallone e la spreca. Voto 6.
Ceroni: da man forte a centrocampo e mette tutta l’esperienza acquisita in tanti anni di battaglie.Il pizzetto gli dona un casino.voto6,5.
MR Capelli: bravo a coinvolgere tutti i giocatori e a non fare polemiche. Voto 7.




Commento inserito da Simone Gradassi in data 17/12/2007 21:06:49
Il punto della decima giornata.
Il Real ha sprecato l’occasione di impreziosire il suo splendido campionato con un'altra gemma, in quella che sembrava la partita più facile contro l’ultima in classifica, i ragazzi hanno peccato di presunzione e sono stati travolti dall’ Equipo BigBar per 4-2.
La partita ci vede in difficoltà fin da subito e con un paio di errori difensivi non facciamo altro che facilitare il lavoro agli avversari e chiudiamo così il primo tempo sotto di due reti.
Nella ripresa si spera in una reazione ma purtroppo l’attesa è vana e poco dopo subiamo anche la terza. Sotto di tre gol ti vengono in mente tante cose… la rimonta del Liverpool sul Milan in una maledetta finale di Champions.
I ragazzi cercano di tirare fuori un po’ d’orgoglio e organizzano una reazione che si materializza con due gol, uno su rigore trasformato da Bobo, l’altro con un bel tiro dal limite di Ricci Andrea che dopo aver riassaporato il gusto della partita trova anche quello della rete. Ma poi tutte le ciambelle non riescono col buco e invece di pareggiare subiamo il definitivo 4-2 e di conseguenza la seconda sconfitta stagionale.
Da segnalare che la squadra era priva dei suoi elementi più carismatici, ma se fino ad oggi era riuscita in qualche modo a compensare le loro assenze, quelle di Casillo e Nannetti si sono mostrate troppo importanti e tutta la squadra ha perso quei punti di riferimento che l’hanno guidata e contraddistinta fino ad oggi.
Peccato per la ghiotta occasione di chiudere l’anno con il botto che avrebbe addolcito tutte le feste che ci aspettano. Ma ora pensiamo solo a divertirci e riposarci, a fare i botti e stappare bottiglie che dopo la Befana Mr. Capelli ci rimette sotto a lavorare e a sputare sangue in campo, perchè è solo così che si ottengono i risultati.
Il 12 gennaio alla ripresa del campionato si dovrebbe recuperare uno scontro diretto per la testa della classifica e quindi invito tutti i supporter a non mancare per incitare i giocatori a riconquistare la leadership.
BUON NATALE A TUTTI E FORZA REAL.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 14/01/2008 21:06:49
L’Analisi del Grada dell’11 giornata.
Finalmente dopo tanti giorni di astinenza si torna in campo. Non sempre però al rientro ci si presenta nel migliore della forma. I dolci hanno appesantito il fisico dei giocatori e la corsa ne risente. Il Real vorrebbe fare sfracelli, ma alla distanza non riesce nell’ intento e al novantesimo esce di scena con tanti rimpianti e con un pareggio che accontenta solo il modesto sforzo compiuto.
Real-Leoncelli 0-0.
Buono il primo tempo quando il pesante centrocampo schierato da Mr Capelli forma una diga e blocca gli avversari contenendone il gioco.
Bella l’accoppiata sulla fascia sinistra composta dai cugini Ricci Andrea e Cristian che in più occasioni crea insidie agli avversari e mette in mezzo palle che non vengono sfruttate a dovere.
Ghiotta l’occasione sui piedi del Prati che non riesce a gonfiare la rete da pochi passi.
Impressionante la difesa che non concede niente e annulla tutto il reparto offensivo.
Visto come si mettono le cose al Leoncelli non resta che metterla sulla fisicità ma anche questa si rileva una mossa azzardata.
I ragazzi non tirano mai indietro le gambe, epico è lo scontro di uno sciagurato del Leoncelli che fa una bruttissima entrata sul roccioso Amadori riportando un infortunio che gli impedirà di proseguire la gara. Poi causa l’ennesima brutta entrata fallosa gli avversari rimangono in dieci per espulsione.
Il gol sembra nell’aria ma gli straordinari interventi del portiere lo impediscono. Con il passare del tempo la squadra perde lo smalto, si allunga sul campo e smette di correre. Ci si accontenta di un pareggio che visto come si erano messe le cose è pochino, ma potrebbe essere un buon punto di partenza se alle belle cose viste si aggiungesse l’ingrediente “grinta”.
I tifosi sugli spalti sono rimasti un po’ delusi perché anche se non si vincono tutte le gare la grinta la vogliono sempre vedere e dai giocatori vogliono il massimo anche quando sono stremati.
Doveroso il rimprovero e sicuro di un pronto riscatto. Sabato prossimo ci attende l’ennesimo scontro al vertice nella prima giornata di ritorno contro il VanniCatering. Partita con un fascino particolare perché proprio da qui partì questo entusiasmante campionato.
Oriti:sicuro tra i pali ma incerto su un paio di uscite… occhio. 6
Amadori: mai domo, esempio di coraggio quando rincorre tutti i palloni senza tirarsi mai indietro. Il migliore in campo .7.5
Casillo: è una sicurezza, non sbaglia un intervento, unica pecca quella di non aver spinto la squadra all’ attacco. 7.
Ceroni: buona prova, chiude bene gli spazi e non concede alcuna occasione all’ attacco avversario.6.5.
Ricci Andrea:spinge come un ossesso, ha gran voglia di dimostrare il suo valore. Se il buon giorno si vede dal mattino speriamo che il 2008 sia il suo anno. Un grande!!! 7.
Ciccino: lui è uno dei piloni della sopra-citata diga di centrocampo. Non passa nessuno. 6.
Craspi:lui è l’altro pilone della diga. Indispensabile. Oggi però gli è mancata la voglia di vincere e non riesce a trasmetterla come in altre occasioni. 6.
Prati: palla al piede è incontenibile, per fermarlo bisogna placcarlo modi rugby. Sbaglia una ghiotta palla gol. Nervoso per i troppi falli subiti. 6.
Ricci Cristian:ordinato, meglio nel primo tempo quando è più incisivo e crea tante occasioni sulla fascia. 6.
Nannetti: oggi non è stato sfruttato a dovere dalla squadra e quindi non riesce a pungere. Peccato perché è veloce e può far male da tutte le parti. 6.
Iacopo: bravo nel primo tempo quando spinge e sulla fascia crea bei fraseggi con Amadori, si spegne nella ripresa. 6.
Bebo: schierato all’ attacco dà l’impressione di voler lasciare il segno, peccato perché arriva di un soffio in ritardo su due palle che avrebbe potuto insaccare. 6.
Bob: a centrocampo fa il suo dovere, però da lui appena entrato ci si aspetta di più. 6.
Albano:grande ritorno nella sua S.Martino e nel campo che l’ ha visto protagonista fin da fanciullo. Difensore ruvido ma con una morale. 6
Garoia:anche per lui oggi il debutto stagionale che ricorda le grandi imprese passate quando da solo guidava la difesa.6
Filippo: poco tempo a disposizione per dimostrare il valore e il suo fiuto per il gol che oggi c’è mancato.6.





Commento inserito da Simone Gradassi in data 22/01/2008 21:06:49
Il “punto” del Grada della prima giornata di ritorno.
Con una vittoria di misura (1-0) il Real sottomette per la seconda volta in questo campionato il VanniCatering e con i tre punti ritrovati (mancavano dal 20 novembre 2007) si riappropria della testa della classifica in solitaria.
Merito di tutto questo è della squadra che ha imposto il suo gioco ma se non ci fosse stato “provvidenza” Bobò ora non sarei qui a raccontarvi con gioia della bella impresa fatta..
Premetto che già la scorsa partita, quando ero seduto in tribuna, notavo vicino a me un Bobò influenzato ma con una gran voglia di aiutare la squadra. Oggi, ristabilito e fatto abile arruolato da Mr Capelli, ha potuto mettere in pratica la sua voglia di fare e ha contribuito con il gol alla vittoria.
Si è assunto la responsabilità che si prendono i grandi campioni quando al novantesimo ti viene concesso un calcio di rigore a favore e la partita è ancora sullo 0-0. Il Bobò non ci ha pensato due volte quando su “Tarantola” Bebo l’arbitro ha fischiato il penalty. Si è chiamato subito in causa, ha preso la palla, l’ha posizionata sul dischetto poi con la freddezza che solo i grandi hanno, ha calciato e trasformato.
Ottimo il Bobò che si merita anche i galloni di uomo partita Sky.
Tutto questo accadeva al novantesimo ma prima c’è stata una bella partita dove il Real ha creato varie palle gol senza subire in alcun modo l’avversario. Due sicuramente sono degne di nota. La prima quando su calcio d’angolo il bravo Prati colpisce di testa e il portiere avversario compie il miracolo impedendogli la gioia del gol. La seconda quando l’arbitro concede un calcio di rigore che prima Nannetti trasforma, poi lo fa ripetere e lo ritrasforma, poi ancora ripetere… ancora ripetere per quattro volte… roba da manicomio comunque alla fine anche uno come Ibrahimovic lo avrebbe sbagliato e lo stesso è successo al bomber Nannetti che spara sopra la traversa.
Ora godiamoci il primato in classifica e guardiamo gli altri dall’alto dei nostri 21 punti.
La dirigenza comunica che due gravi infortuni terranno fuori dal campo per lungo tempo Pega e Bussi, da parte di tutti i tifosi e giocatori un grosso in bocca al lupo… vi aspettiamo più forti di prima.
Per questo motivo i vari Findus, Cico e Fabrizio hanno inviato il loro “Uomo Mercato” Alpino su a Milano dove in questo periodo è in fermento il Calciomercato per incontrare alcuni fenomeni e chiedere la loro disponibilità. Indiscrezioni vorrebbero il Real vicino a Rino Gattuso ma la Champions League potrebbe tentare il gioiello rossonero a restare ancora al Milan almeno fino a fine stagione. Hanno dato la loro disponibilità i vari Nesta e Gilardino ma a detta della dirigenza: “in quel ruolo siamo già coperti”. Ci sarà tempo fino al 31 gennaio per qualche regalo, nel frattempo i tifosi aspettano. Ecco le foto che confermano l’autenticità della notizia.














Commento inserito da Simone Gradassi in data 28/01/2008 21:06:49
Il punto del Grada della seconda giornata di ritorno.

Sabato pomeriggio era tutto pronto per la grande fuga, lo staff tecnico del Real aveva preparato le cose a dovere organizzando la trasferta a Rimini nei minimi particolari. Ma poi come già capitato in altre occasioni in questa stagione il Real non riesce a spiccare il volo.
Missione fallita.
Terza sconfitta stagionale, ancora contro una delle ultime della classe. Al novantesimo Bar Amati 1 Real 0.
La lezione ricevuta qualche tempo fa contro l’EqupoBigBar allora ultimissimo in classifica non è servita a nulla e anche questa volta gli ultimi ce le hanno suonate.
Stesso copione: creiamo occasioni e produciamo gioco ma non riusciamo a trovare il bando alla matassa, non facciamo gol. L’unica attenuante che potremmo trovare è che in questa giornata Mr Capelli ha dovuto fare a meno di due pedine fondamentali per lo scacchiere del Real.
“Re” Nannetti unico e indiscusso bomber capace di andare in gol in qualsiasi momento e la “torre” Casillo anche lui uomo fondamentale per il gioco della squadra.
Questa sconfitta non ha fatto emergere nuove difficoltà o gravi problematiche ma ci ha confermato che basta un errore per perdere la partita. Anche se si gioca bene è sufficiente una distrazione a rovinare un buon lavoro di squadra. Incidenti di percorso è bene che capitino ora quando è tutto ancora riparabile piuttosto che a fine stagione quando un singolo errore potrebbe compromettere la stagione intera.
Forza ragazzi!!! Noi tifosi ci crediamo, ora non spetta che a voi REALizzare il nostro sogno.




Commento inserito da Simone Gradassi in data 05/02/2008 21:06:49
Il “punto” del Grada della terza di ritorno.
L’importante è esserci!
Il Real c’è!
Con una meritata vittoria (1-0) contro il malcapitato Atletico Malatesta i fantastici ragazzi di San Martino in Strada si riportano in testa al campionato e sabato prossimo a Cesenatico avranno la possibilità di allungare il passo contro una diretta concorrente per la vittoria finale. Il Boschetto che all’ andata a S.Martino ci ha battuto (1-3) ci attende fra le mura amiche. Ora toccherà al Real tirar fuori gli attributi e vendicare la brutta sconfitta passata.
Adesso però non pensiamo troppo al futuro e godiamoci il presente.
Impegni extracalcistici avevano portato la dirigenza Real a chiedere l’anticipo della 3 di ritorno per non privarsi di alcuni uomini che sarebbero venuti a mancare nel week-end.
Scelta azzeccata in pieno.
La commissione uisp ha accettato la richiesta e ha permesso a Mr Capelli di avere tutti i ragazzi a disposizione. Mercoledì sera a S.Martino per l’ Atletico Malatesta c’è stato poco da fare, il Real ha imposto la sua forza tenendo per tutti i novanta minuti salde le redini del gioco. Mai pericolosi gli avversari, contenuti a dovere dal pacchetto arretrato. Bene centrocampo e attacco che con fraseggi di prima hanno creato occasioni da gol. Il gol, arrivato da una bella discesa di Prati che ha messo in mezzo un’ invitante palla per Nannetti il quale non ha esitato a trasformare in rete.
Da segnalare le ottime prove di Pega, Prati e Nannetti a cui vanno le nomine di uomini partita Sky.
Ora ai ragazzi non resta che inserire la quarta (giornata e marcia) dare gas e arrivare primi.
Sempre Forza Real.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 12/02/2008 21:06:49
Il Punto del Grada della quarta giornata di ritorno.

Ancora primi! A pari merito ma siamo ancora primi.
Venerdì sera a Cesenatico si è disputato l’ennesimo anticipo di campionato, il Real non ha sbagliato tornando a casa con un punto che porta ossigeno vitale alla classifica, Boschetto-Real 2-2.
Nella città dove un mito, tal Leonardo da Vinci ha progettato il porto canale venerdì sera è stato il centrocampo del Real a tessere trame di gioco degne dell’ ingegnere e per poco non riusciva a compiere un opera di tali straordinarie dimensioni e importanza.
La cronaca della partita vede il Boschetto già avanti nel primo tempo con un autorete causata dall’ indomabile Casillo che in un rilancio errato insacca il pallone nella porta sbagliata e trafigge l’incolpevole Oriti.
Poi con la solita sagacia il Real si rimbocca le maniche e sempre nel primo tempo pareggia il risultato su calcio di rigore trasformato da bomber Nannetti, calcio di rigore assegnato per un evidente atterramento in area di Ricci Cristian.
Il Real fa sempre la partita ma nel secondo tempo torna sotto. Neanche in questa occasione i ragazzi si abbattono e pervengono al pareggio con un gol di Pega che speriamo lo abbia sbloccato definitivamente e faccia pace con la porta avversaria perché uno come il Pega il gol l’ha nel DNA.
Alla fine della partita si segnala la buona prova di tutto il centrocampo composto da Ricci Cristian, Bob, Craspi e Ciccino. Buono il rientro di Bussi, che ha bruciato i tempi di recupero ed è tornato anzitempo a disposizione di Mr Capelli e ha formato con Ricci Andrea un ottima coppia di terzini laterali.
Alla fine dei novanta minuti il pareggio è il risultato più giusto, accontenta entrambe le squadre e dopo quindici giornate essere ancora primi è un ottimo risultato difficile da pronosticare a inizio stagione. Sabato prossimo a S.Martino andrà in scena il derby che vedrà di fronte al Real quelli del Big Bar che all’ andata a S.Lorenzo ci hanno battuto 4-2. Un'altra rivincita da non ….




Commento inserito da Simone Gradassi in data 18/02/2008 21:06:49
Il Punto del Grada della quinta giornata di ritorno.

Il Real alza bandiera bianca.
Per la seconda volta in questo campionato, contro la sua “bestia nera” l’Equipo BigBar , i ragazzi di Mr Capelli escono dal campo battuti. Real-BigBar 0-1.
Inutile perdersi in inconvenienti del tipo: “ancora contro gli ultimi?!?”. Oramai questa è una caratteristica acquisita del Real forte, aggressiva e con un gran cuore contro squadre blasonate e di alta classifica. Distratta e poco fortunata contro le squadre di basso rango che ci fanno sempre tornare con i piedi per terra.
“Poco fortunata” lo è stata quando nel primo tempo i ragazzi hanno avuto un paio di occasioni ma non sono riusciti a concretizzarle. Bella la palla gol capitata nei piedi di Alberto che da distanza ravvicinata non riesce a trasformare in rete.
“Distratta” quando a metà del secondo tempo su un evidente fallo ad Amadori mezza squadra ha iniziato a discutere e inveire contro l’arbitro e quelli del BigBar ne hanno approfittato insaccando la palla in rete.
Errore pagato molto caro che ci fa scivolare giù dalla testa della classifica.
A fine partita, negli spogliatoi, i musi erano lunghi e sul volto dei giocatori si leggeva la delusione della sconfitta. Delusione a cui si poteva fare a meno, ma se tutti gli errori insegnano qualche cosa speriamo che questo serva da lezione futura e ci chiarisca una volta per tutte che l’arbitro sbaglia e sbaglierà sempre e noi,che non siamo dei “patacca”, dobbiamo essere sempre concentrati sul pallone altrimenti gli altri ci “imbudellano”.
I ragazzi l’occasione per il riscatto l’avranno domenica 24 febbraio a Rimini conto quelli dei Diavoli Rossi. Il nome fa paura ma il Real ancora di più.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 25/02/2008 21:06:49
L’ Analisi del Grada della sesta giornata di ritorno.

E’ il novantesimo. La partita è ferma sull’1-0 in favore dei Diavoli Rossi. Siamo agli sgoccioli ma i ragazzi non si vogliono arrendere. L’arbitro fischia una punizione sulla tre/quarti avversaria.
Bobò prende la palla e decide che sarà lui a calciare l’ultima punizione. Oriti lascia la porta e corre nell’ area opposta a quella di sua pertinenza, tutti i ragazzi sono riversi in avanti.
E’ l’ultima occasione. Bobò calcia teso. “Acqua santa “ Chiodo (Ricci Cristian) spizzica la palla con un bel colpo di testa e i Diavoli Rossi sono purgati.
Diavoli Rossi-Real 1-1.
In campo si scatena la bolgia, tutti si abbracciano, giocatori,dirigenti e tifosi tutti uniti per la squadra. E’ uno spettacolo! Finale più bello e sofferto non ci poteva essere.
La partita è stata combattuta per tutti i novanta minuti, il Real ha iniziato bene imponendo come al solito il proprio gioco. Bravi a centrocampo Amadori e Ciccino che smontano e ricostruiscono azioni a go-go, poi nel periodo migliore un disimpegno errato di Ricci C. ha dato il via all’azione del vantaggio avversario. Il Real non ci sta’. Si butta in avanti e cerca il pareggio creando buone palle gol che non riesce a concretizzare. Questo lascia ampi spazi dietro ma gli avversari non riescono a sfruttarli complice la bravura del trio difensivo (Monti,Ceroni e Casillo) che annullano il bomber del campionato (17gol) e lo lasciano a bocca asciutta.
Nella ripresa, l’ingresso in campo di Iacopo, Bebo e Bobò porta più vivacità alla squadra e poi il finale è quello che vi ho già raccontato, una festa. Festa non solo per aver mosso la classifica ma per aver ritrovato lo spirito di squadra che nelle ultime partite sembrava perso. Ora ripartiamo dall’ ultimo minuto di questa partita e ci accorgeremo che anche le cose difficili si possono realizzare. Sabato prossimo sotto con la Fiumanese a Fimana per ritrovare i tre punti.

“Pagellone” della 6 giornata di ritorno.
Oriti: sempre attento tra i pali,incolpevole sul gol. Bravo quando da la carica alla squadra e sull’azione del pareggio corre in area avversaria cercando il gol. 6,5
Monti: sempre sicuro non sbaglia un disimpegno. 6,5
Ceroni: forma con gli altri due un ottimo terzetto difensivo che non concede nulla al “re” dei bomber del campionato. Bravo nei raddoppi. 6,5
Casillo: bravo e carismatico, uomo indispensabile per la difesa. 6,5
Bussi: rimane più in ombra rispetto ad alte partite, non spinge a dovere anche se riesce a costruire un paio di buone occasioni. 6
Ciccino: nel primo tempo è l’anima della squadra, interdice e riavvia l’azione. Sembra Pirlo nei lanci e Gattuso nell’interdizione un mix di classe e grinta. 7
Amadori: il migliore in campo. Nonostante sia schierato a centrocampo, in una posizione non sua, fa una gran partita. Corridore di “razza”, finita la partita è pronto per iniziare una maratona. 7,5
Ricci Cristian: anche lui oggi si merita i galloni di migliore in campo. In quel colpo di testa c’è tutta la partita. Bravo sulla fascia e a centrocampo dove non si risparmia mai. 7,5
Pega: subisce molti falli che lo limitano e gli impediscono di dimostrare la sua classe. Pericoloso in un paio di occasioni. Con l’assenza di Prati dovrà essere lui l’uomo in più in attacco. 6,5
Nannetti: ieri è partito nel ruolo di rifinitore senza incidere come al solito. Nel secondo tempo, schierato al centro dell’ attacco da più profondità alla squadra e risulta più pericoloso. 6,5
Filippo: la squadra non lo serve a dovere e da solo non riesce a sostenere l’attacco del Real. Troppo leggero per i rocciosi difensori avversari. Tanto impegno. 6
Iacopo: schierato in attacco fa il suo dovere dando più profondità alla squadra. Peccato per quella palla-gol che non riesce a deviare da pochi passi. 6
Bobò: già nell’intervallo a bordo campo si legge nei suoi occhi la voglia di giocare, quando Mr Capelli lo chiama in causa lui si fa trovare pronto. In attacco non dà punti di riferimento alla difesa avversaria mandandola in tilt. Dai suoi piedi le azioni più pericolose, poi all’ultimo confeziona una magia. 7
Bebo: frizzante come al solito, “morsa” le caviglie degli avversari come nessun altro. 6,5
Mr Capelli: riesce a ottenere sempre buoni risultati e anche ieri ha azzeccato i cambi. La squadra è con lui. 7




Commento inserito da Simone Gradassi in data 14/03/2008 21:06:49
Il “Punto del Grada “ della settima giornata di ritorno.
Tre gol che valgono tre punti, mercoledì sera nel recupero della settima giornata di ritorno Fiumanese-Real 0-3.
Eventi climatici avversi e feste paesane ci hanno tenuto per tanti giorni lontani dal campo, ma durante tutto questo periodo i giocatori del Real non hanno mai smesso di lavorare e alla ripresa del campionato si sono fatti trovare pronti, con un secco 0-3 i ragazzi guidati da Mr. Capelli sbrigano la pratica Fiumanese e si riportano nelle zone alte della classifica.
Partita a senso unico per tutti i novanta minuti, dove i ragazzi non si sono mai risparmiati e sono sempre riusciti a tener in pugno il pallino del gioco senza mai concedere occasioni agli avversari e segnando tre splendide reti con Bussi, Pega e Craspi.
Nota di merito ai tre goleador di giornata ma anche al reparto di centrocampo che con “Ruspa” Ciccino e Bob ha fatto la differenza in una zona nevralgica del campo.
Finalmente, dopo tanto tempo( era il 2 febbraio), il Real ritrova i tre punti che infondono un ondata di entusiasmo necessario alla squadra in questo momento delicato del campionato.
Campionato oramai agli sgoccioli, mancano solo tre partite, e con la volata play-off entrata nel momento topico.
Ci attendono tre veri e propri scontri diretti con squadre di vertice e arrivare in buone condizioni a questo punto è di buon auspicio per un finale” scoppiettante”.
Ora le festività pasquali e il turno di riposo ci terranno ancora lontani dal campo ma sabato 29 marzo, alla ripresa, a San Martino è in programma la sfida delle sfide contro la capolista Cibox.
I tifosi sono già in fermento, ora spetta ai giocatori dimostrare ancora una volta il loro immenso valore.
Sempre forza Real.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 30/03/2008 21:06:49
L’ analisi del Grada dell’ ottava giornata di ritorno.
Oggi le parole non escono dalla penna è troppo l’amaro in bocca per l’infortunio capitato ad uno dei nostri giocatori simbolo, Michele Amadori, che in un incidente di gioco si è fratturato il braccio. Ricordo con piacere la grinta messa da Michele in ogni momento della partita e anche ieri mentre usciva dal campo ha dato prova del suo coraggio e del suo immenso valore.
Immenso come la prova del Real che è riuscito nell’ impresa sconfiggendo per 1-0 la capolista Cibox. Partita “super” di tutta la squadra ma sui tre gradini del podio metterei i tre giocatori che hanno fatto la differenza e ci hanno permesso di portare a casa i tre punti necessari a riaprire una classifica che sembrava oramai chiusa con la capolista Cibox leader indiscussa.
Sul primo gradino del podio ritroviamo colui che avevamo lasciato al novantesimo della partita a S.Arcangelo, “acqua santa” Chiodo per “l’ufficio anagrafe” Ricci Cristian, che con un tiro da trenta metri è riuscito a rigonfiare la rete. Sul secondo gradino il portiere Oriti, capace di interventi strepitosi che hanno lasciato la porta inviolata per tutti i novanta minuti. Sul terzo gradino un altro giocatore ritrovato che col suo ingresso in campo ha dato vivacità al gioco del Real: SuperBobò.
Sabato 5 aprile il Real è atteso al Ronco contro il Leoncelli in un'altra sfida al vertice. Per capire come stà evolvendo la classifica di questo entusiasmante campionato appena la lega UISP diramerà quella ufficiale in settimana sarà mia premura pubblicarla.
Pagellone dell’ ottava di ritorno.
Oriti: para tutto ciò che c’è da parare, nonostante anche lui esca malconcio dal campo non si arrende mai. Voto:8
Monti: bravo e attento tutta la partita soprattutto nel finale quando “smatassa” alcune situazioni difficili. Voto:7
Ceroni: fin che c’è lui in campo il Real non corre grosse difficoltà, sicuro tra Monti e Casillo. Il Real ha la migliore difesa del campionato e lui ne fa parte. Voto:6,5
Casillo: è un piacere vederlo rincorrere gli avversari che provano ad andarsene e lui sistematicamente recupera. Indeciso in una situazione che potrebbe rivelarsi fatale. Voto:6,5
Biondini: che bello rivederlo in campo a correre per tutta la partita, speriamo il calvario sia finito. Instancabile sulla fascia destra. Voto:7
Amadori: il Real, i giocatori, i dirigenti e tutti i tifosi ti augurano buona fortuna in un momento difficile e non vedono l’ora di riaverti tra loro. Forza Michele. Voto:10
Craspi: oggi non brilla e non fa la differenza rispetto a come ci aveva abituato. Fa un EuroGol ma l’arbitro aveva già fischiato. Voto:6
Bussi: grandissimo sulla fascia sinistra dove scava un solco a forza di fare avanti-indietro. A fine partita fa delle sovrapposizione degne di Paolo Maldini ai tempi d’oro. Voto:7,5
Chiodo: il gol da posizione impossibile corona una prova di bravura e concretezza. Voto:8
Pega: è l’uomo giusto che completa l’attacco del Real. È presente in molte azioni di gioco e non si tira mai indietro. Voto:7
Nannetti: concreto e sempre pericoloso. Sfrutta a dovere il suo superiore tasso tecnico gli manca solo il gol che speriamo tenga in caldo per la fase finale. Voto:7
Ciccino: oramai le parole non bastano più, presente in tutti i contasti di gioco che nel bene o nel male vince. Insuperabile. Voto:7,5
Bobò: rinuncia a serate mondane per risparmiarsi e quando è chiamato in causa risponde presente. A centrocampo, vicino alla ruspa Ciccino che interdice e poi gli da la palla, è lui a far ripartire l’azione alla grande. Spettacolare il tiro dalla distanza che per poco non si insacca in rete. Voto:7,5
Bob: detta bene i ritmi del gioco a centrocampo poi nel finale aiuta i compagni ad alzare le barricate e impedire agli avversari di passare. Voto:6,5
Filippo: negli ultimi minuti il Mister prova a sfruttare la sua velocità come arma letale per chiudere la partita. Oggi non riesce a segnare ma il percorso è ancora lungo e il tempo gli darà ragione. Voto:6,5
Mordenti: nel finale tra gli avversari era presente un energumeno che incuteva paura ma non a Mordenti che ha dato peso e fisicità al reparto difensivo. Voto:6,5
Mr.Capelli:bravo a dar fiducia alla squadra e a tenerla unita nei momenti difficili, ottimi i cambi in corsa come i risultati ottenuti fino ad ora. Voto:8







Commento inserito da Simone Gradassi in data 03/04/2008 21:06:49
Questa è la classifica aggiornata dopo l’ottava giornata di ritorno, vicino ai punti ho messo il numero delle partite giocate, l’attento osservatore avrà sicuramente notato che la Cibox ha una partita giocata in più,quindi prima della fine ancora tutto è possibile. Ricordo inoltre che il signor Caminati Davide alias Lustro Moratti ha ufficialmente dichiarato che in caso di due vittorie nelle ultime due partite di campionato porta tutti a mangiar fuori. Forza Real compi l’ultimo sforzo.

Cibox 34 punti 19 giocate
Bella Rimini 32 punti 18 giocate
Real S.Martino 32 punti 18 giocate
Leoncelli 30 punti 18 giocate
Vanni-Catering 28 punti 18 giocate
Boschetto 27 punti 18 giocate
Diavoli Rossi 24 punti 18 giocate
Big Bar 21 punti 18 giocate
Atletico Malatesta 17 punti 18 giocate
Fiumanese 14 punti 19 giocate
Bar Amati 13 punti 18 giocate





Commento inserito da Simone Gradassi in data 07/04/2008 21:06:49
L’Analisi del Grada della nona giornata di ritorno.
Ci siamo… il traguardo è vicino… manca l’ultimo ostacolo da superare che “come in ogni gara avvincente è quello più difficile”.
Per l’ennesima volta contro la prima della classe, si perché nell’ultima giornata ci sono stati ancora stravolgimenti in alta-classifica, con la vittoria il Bella Rimini è passato in testa(35 punti) al secondo posto la Cibox (34 punti che ha riposato) e al terzo il Real (33 punti) che sabato scorso non è andato oltre l’1-1 contro il Leoncelli.
I calcoli da fare sono pochi, sabato prossimo a Rimini contro il Bella Rimini bisogna vincere!! Altri risultati non servono a nulla!!
La vittoria poi non dà la certezza del primo posto quindi vincere!! e sperare che non lo faccia anche la Cibox.
Un buon posizionamento è utile in proiezione futura perché finito il campionato inizieranno i play-off ad eliminazione diretta ed avendo il Real già matematicamente acquisito il passaggio ora non resta che vincere per migliorare la posizione in classifica.
Ma facciamo un passo indietro torniamo a sabato scorso quando i ragazzi di Mr Capelli hanno sciupato l’occasione di vincere e tornare a casa con i tre punti. Contro il Leoncelli( quarto in classifica a 31 punti) in una partita scialba, con poche occasioni e senza mai riuscire a giocare la palla.
La cronaca della partita vede il Real partire con un 5-3-2molto coperto che influisce negativamente sul gioco della squadra, gli unici sussulti li creano Pega e Nannetti che serviti con dei lanci lunghi provano a sprigionare la loro potenza, ma vuoi l’imprecisione (ghiotta l’occasione fallita da Pega a Tu per Tu con il portiere avversario) vuoi la bravura della difesa avversaria, non riescono ad incidere.
Nella ripresa le cose cambiano, Mr Capelli passa ad un 4-3-3,la gara si fa più aperta, si creano spazi ma è il Leocelli a passare in vantaggio con un calcio di punizione dal limite sul quale Marco Valtancoli nulla può. Strepitoso Valtancoli chiamato a sostituire il giovane Oriti( anche lui infortunatosi come Michele nella “ maledetta” partita contro la Cibox. Diagnosi: frattura al metacarpo della mano, 30 giorni di gesso. Stagione finita? Io mi tocco le palle e non ci voglio credere… e sono sicuro che anche lui lo farà) poco dopo quando compie un intervento miracoloso sull’attaccante del Leoncelli al quale devia un tiro da distanza ravvicinata.
A questo punto il Real si riversa in avanti e inizia a far vedere belle cose sulla fascia sinistra dove Bussi,Ricci Cristian e Nannetti fraseggiano e costruiscono buone azioni.
Poco dopo arriva anche il gol siglato da Filippo entrato nel secondo tempo e rilevatosi in assoluto il migliore in campo. Con il suo ingresso ha dato profondità alla squadra, pericolosità in almeno un paio di occasioni (bello il tiro di potenza di poco a lato) e il gol che ha pareggiato i conti.
Nel finale Nannetti è bravo in un paio di occasioni, sul filo del fuorigioco, a impegnare la difesa avversaria ma i gol mi sa che li vuol tenere per la fine quando i giochi diventano seri.
Mi accorgo di essermi dilungato troppo, chiudo chiedendovi l’ultimo sforzo: battere il Bella Rimini, battere i primi della classe. Lo avete già fatto e lo sapete fare. Siete dei grandi forza Real.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 07/04/2008 21:06:49
Pagellone della nona di ritorno.

Valtancoli:grande ritorno,grande parate, una sicurezza.voto7.5
Bussi:impreciso nel primo tempo ma viene fuori alla distanza quando sulla fascia destra fa la differenza. voto7
Casillo: fa una buona partita, non sbaglia mai. prova di sicurezza e tatticismo. Voto6.5
Ceroni: l’esperienza è dalla sua parte se la cava con disinvoltura in un paio di azioni difficili.
Voto6.5
Craspi: in difesa e a centrocampo fa sentire il suo peso e la sua personalità. Voto6
Biondini: parte male a centrocampo dove non riesce ad inserirsi in partita meglio nella ripresa sulla fascia sinistra dove chiude bene ma non dà la spinta alla quale ci aveva abituati. Voto5.5
Ricci Cristian: nel primo tempo anche per lui gara da dimenticare ma poi nella ripresa viene fuori alla grande. Spinta, sovrapposizioni e bei fraseggi. Alla fine uno dei migliori. voto7
Ciccino: la tanta voglia di giocare e la grinta lo contraddistinguono sempre però oggi non riesce a far ripartire l’azione. Voto6
Bobo: prova a metterci del suo e rilanciare l’azione offensiva ma nel primo tempo è la squadra che non gira. Pericoloso su una punizione calciata bene ma alla quale imprime poca forza. Voto6
Pega: corre tantissimo,pressa gli avversari ma si mangia anche un gol solo davanti al portiere. Peccato. Voto 6.
Nannetti: nel finale, in un paio di occasioni, gli occhi di tutti sono puntati su di lui al quale chiedono la prodezza. Oggi ci lascia a bocca asciutta ma domani… voto6.5
Monti: un mix di personalità ed esperienza fanno di lui un grande giocatore. Buona prova. voto7
Filippo: nel posto giusto al momento giusto. Belle progressioni, tiene la squadra alta, gran tiro, gran gol. Il migliore voto 8.
Bob: a centrocampo sa quello che deve fare e anche oggi lo fa provando a lanciare i compagni verso la porta avversaria, il suo ingresso sabato doveva avvenire prima. Voto6.5
Iacopo: prova a incidere e lasciare il segno nell’ assalto finale senza però riuscirci anche per il poco tempo a disposizione. Voto 6.




Commento inserito da Simone Gradassi in data 14/04/2008 21:06:49
Il “Punto” del Grada della decima giornata di ritorno.

Il Real chiude il campionato senza il botto.
I ragazzi di San Martino in Strada tornano sconfitti per1-0 da Rimini contro il “Bella Rimini” regina finale del campionato a soli cinque punti di distanza in classifica.
Partita tattica dove le squadre partono chiuse badando soprattutto a non prenderle, tema che poi si ripeterà per tutti i novanta minuti, dove non si registrano clamorose azioni da gol a parte un calcio di rigore assegnato ai riminesi che marcano il tabellino con l’unica rete della partita.
Mediocre la prova dei giocatori che si confermano miglior difesa del campionato e non concedono gol agli avversari dal lontano 24 febbraio a Sant’Arcangelo (RN). A questo dato positivo si contrappone però un attacco che ha inciso poco e che non è riuscito a far fare il salto di qualità alla squadra. Campionato agro-dolce per il Real che però alla fine ottiene un discreto quarto posto finale.
Un dato interessante da analizzare è che le ultime tre partite sono state giocate contro le prime tre classificate del campionato e tutto sommato le sfide non sono andate male, una vittoria (cibox), un pareggio (leoncelli) e una sconfitta (bellarimini). Solo due i gol subiti ed entrambi su calcio piazzato (punizione e rigore), poche le occasioni concesse e interessanti le occasioni create ma sprecate soprattutto contro il Leoncelli nel finale.
Da sabato prossimo (19 aprile a San Martino in Srada)le cose si fanno serie: o dentro o fuori.
Non sono più concessi errori (specialmente quelli sottoporta).
Concentrazione massima, gli ottavi di finale ad eliminazione diretta potrebbero rilevarsi alquanto pericolosi, contro la sesta classificata del girone A.
Rammendo a giocatori e tifosi che se al novantesimo la partita finisse in parità scatterà la lotteria dei calci di rigore, quindi, in settimana allenamenti mirati sul tiro dagli undici metri e … IN BOCCA AL LUPO.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 21/04/2008 21:06:49
L’ analisi del Grada degli ottavi di finale Eccellenza UISP.

Real-Artusiana 0-1.
Sabato si è concluso con onore il campionato dei terribili ragazzi di San Martino che non riescono ad andare oltre gli ottavi e continuare il bel viaggio iniziato il lontano 30 settembre 2007.
Con una sconfitta di misura dicono addio alle speranze di gloria.
La partita è stata combattuta per tutti i novanta minuti, continui capovolgimenti di gioco, azioni pericolose che si susseguono a go-go su entrambi i fronti.
Nel primo tempo belle le nitide palle gol sui piedi di Pega e Prati che falliscono da buona posizione.
Grande il centrocampo che con Biondini e Ciccino è su tutti i palloni a dar battaglia.
Illuminato Monti, che sabato è stato il migliore in campo, a dettare il gioco alla squadra e servire assist ai compagni.
Ad intermittenza la difesa che all’ inizio non concede nulla agli avversari ma poi, con il passare del tempo e l’uscita di Casillo, perde smalto e diventa perforabile come il “groviera”.
Da urlo le occasioni sprecate dagli avversari e bravo Valtancoli Marco in un paio di interventi a mantenere la porta inviolata. Nulla può, a cinque minuti dalla fine , quando lo sciagurato Bobò compie l’errore che dà il via libera all’ attaccante forlimpopolese che da due passi lo trafigge.
Degna di merito è la reazione finale dei ragazzi, concretizzata con una bella incornata di Craspi di poco sopra la traversa che fa gridare al gol i tanti tifosi in tribuna.
Peccato per il risultato che non ci rende giustizia ma questo è il calcio: un gioco! Un gioco dal sapore agro-dolce e sabato il sapore è stato prevalentemente agro.
Bravi ragazzi che sabato, come poi del resto in tutto il campionato, hanno dato dimostrazione di impegno e volontà ma la cosa più importante che riconoscerò sempre a questi giocatori è la lealtà sportiva. Mai un insulto, mai un lamento e sempre disponibili ad accettare le decisioni arbitrali.
Queste tre cose messe insieme spero siano la base per ricominciare a settembre un altro viaggio insieme. Chiudo con il pagellone finale del campionato.



Commento inserito da Simone Gradassi in data 21/04/2008 21:06:49
Il Pagellone del Campionato 2007/08.

Valtancoli Marco: in caso di bisogno ha saputo rispondere presente. Un mito per il paese. Voto al campionato 7.
Bussi: terzino ruspante che non si risparmia mai anche ieri l’ultimo ad arrendersi. Voto al campionato 7+.
Casillo: con lui in campo per gli attaccanti avversari c’è molto da sudare, senza di lui la difesa ha sempre sofferto. Voto al campionato 7,5.
Craspi: il capitano. Il sogno di alzare la coppa al Morgagni no si è realizzato ma spero ci voglia riprovare con lo spirito del ragazzino che è in lui l’anno prossimo. Voto al campionato 7,5.
Ceroni: un altro “vecchietto” che conosce il mestiere, partito in sordina si è riconfermato un punto fermo della squadra. Voto al campionato 7+.
Monti: sabato mi sono ricreduto! Lo pensavo un buon difensore, si è dimostrato un ottimo centrocampista. Complimenti per il bel campionato. Voto al campionato 7,5.
Ciccino: la ruspa, il cingolato, la forza della natura… è come il vino, migliora col tempo. Voto al campionato 7+.
Biondini: le condizioni fisiche hanno condizionato il suo rendimento non sempre brillante ma sabato è stato un grande e ci ha fatto rivedere il “Maruga” che conosciamo. Voto al campionato 7.
Prati: uno dei miei preferiti, non l’avrei sostituito, sempre pericoloso ma peccato per l’occasione fallita nel primo tempo. Un incidente l’ha tenuto fuori per molto tempo e l’assenza si è sentita. Voto al campionato 7,5.
Nannetti: il bomber. Si è bloccato sul più bello e non è riuscito a portare la squadra dove meritava. I nove gol hanno un peso. Voto al campionato 8.
Pega: giocatore grintoso e gran lottatore, poco incisivo sottoporta ma sempre insidioso. Non si è mai risparmiato. Bravo. Voto al campionato 7+.
Oriti: si fa male nel momento decisivo del campionato, peccato perchè le sue parate sono state sempre strepitose. Ha il merito di aver raccolto poche palle da dentro la rete. Voto al campionato 7,5.
Bobò: capace di stupirti sempre, nel bene e nel male. Purtroppo sabato ha sbagliato ma in altre occasioni ci ha deliziato con delle giocate degne dei migliori numeri 10. Voto al campionato 7+.
Filippo: è giovane,è esplosivo e potrà fare solo meglio. Peccato perché ieri ha giocato poco, una brutta entrata l’ha messo ko, poteva fare la differenza. Voto al campionato 7.
Jacopo: anche lui giovane di belle speranze, avrà tempo per dimostrare il proprio valore. Se crescerà la fascia destra sarà di sua competenza. Voto al campionato 7.
Bob: ha sempre dato il suo contributo, come un bravo soldatino si è messo sempre in gioco uscendo dal campo a testa alta. Voto al campionato 7.
Ricci Cristian: sabato era squalificato e non ha potuto dare il suo contributo. Il più in forma in questa nfase finale. Peccato perché “acqua santa” Chiodo ci avrebbe guidato verso la vittoria. Voto al campionato 8.
Amadori: sabato era in tribuna con gli ultras. Esempio per tutta la squadra e per le persone che hanno la fortuna di conoscerlo. Voto al campionato 8.
Mordenti: difensore arcigno, difficile da superare nel corpo a corpo, sempre a disposizione della squadra. Voto al campionato 7.
Bebo: quando è stato chiamato in causa si è sempre fatto trovare pronto. Ala grintosa e spregiudicata. Gli impegni di lavoro l’hanno tenuto lontano dai campi di gioco. Voto al campionato 7.
Alberto: il vecchio bomber, era lui anni fa a guidare l’attacco della Sammartinese. Si è rivisto in campo ma non è riuscito nell’ impresa. Voto al campionato 7
Mr Capelli: bravo allenatore. Ha sempre saputo leggere le partite e correggere la squadra. Un altro anno di esperienza maturata. Voto al campionato 7,5.
Cico: accompagnatore della squadra e dei tifosi, il the a fine allenamento lo preparava sempre lui. Un personaggio che farà la storia di San Martino.
Alpino:Sempre al fianco della squadra. Nei ”pressi” della panchina è pronto quando un giocatore si infortuna a portare soccorso. Amico fraterno in tante avventure.
Fabrizio: segue la squadra ovunque, durante la settimana è il magazziniere. Di sabato prende la bandierina ed è sempre in campo a collaborare con l’arbitro. Mai una scorrettezza esempio di fair-play.
Findus: L’addetto alle pubbliche relazioni, raccoglie le sponsorizzazioni e rilascia interviste ai giornali. IL PRESIDENTE. Anche lui personaggio mitico di San Martino.



Commento inserito da Roberto Brunelli in data 26/04/2008 21:06:49
Voto al "Grada": 10 e lode !!!

Grazie Simone per averci costantemente aggirnato sulle vicissitudini della "nostra" locale scuadra di calcio del campionato UISP.
Hai sempre scritto con passione ma al tempo stesso con una grande lucidità giornalistica, rendendo un bel servizio a tutti gli abitanti.

TRENTA VOLTE GRAZIE !!! ( quanti sono stati i tuoi articoli per questo campinato ) con la speranza che vorrai ripetere questa bella esperienza da "cronista sportivo" anche per il prossimo campianto 2008/2009.



commenta questo articolo
PENCIL ©
Copyright 2006-2019
TUTTI I DIRITTI RISERVATI
 
     
torna su